seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » cronaca » Affonda barca nel mare di Palermo Recuperato un corpo, due i ...
OkNotizie
 0 commenti  |  
A+ A-
 

Affonda barca nel mare di Palermo Recuperato un corpo, due i dispersi

Ancora oscure le cause della tragedia - Riprese le ricerche, ritrovato il corpo di Davide Arena

di Luca Castrogiovanni
cronaca | Le ricerche sono riprese all'alba, si cercano Massimiliano Perricone e Salvo Zarcone i due dispersi nella tragedia avvenuta ieri nel mare di Palermo
Il corpo di Davide Arena è stato invece trovato da una motovedetta dalla capitaneria di porto a 4 miglia dal porticciolo della Bandita, da cui i 3 erano partiti a bordo di un'imbarcazione di 5 metri. 
Le ipotesi sulle cause della sciagura parlano di un possibile capovolgimento causato da un'onda o da non perfette condizioni strutturali della barca, al vaglio anche la possibilità di un violento urto visto il ritrovato di alcune parti del natante. 
Nel golfo di Palermo si registravano discrete condizioni meteo, rinforzi sostenuti dei venti, ma condizioni di certo non proibitive. 

I fatti - Come spesso accadeva la domenica, i 3 giovani si erano ritrovati alle sei del mattino per la rituale battuta di pesca che solitamente terminava prima del pranzo; ed è stato il mancato rientro che ha insospettito i familiari, insieme  ai cellulari irraggiungibili e all'assenza della barca al molo. I parenti hanno dunque fatto scattare la segnalazione alla capitaneria di porto. 

Le ricerche - Impegnate 8 motovedette tra capitaneria, guardia costiera e guardia di finanza, oltre all'elicottero dal quale è stato avvistato il corpo di Davide Arena che nonostante indossasse il giubbotto salvagente non è riuscito a salvarsi. 
A Palermo c'erano sul molo, in attesa di notizie confortanti, parenti ed amici dei ragazzi; poco dopo le 15 è arrivata la motovedetta con il corpo di Arena, il padre è stato colto da malore durante il riconoscimento ed è stato prontamente soccorso dalle ambulanze del 118, presenti sul posto. 
''Sono morti insieme, perchè facevano tutto insieme ed erano inseparabili'' è uno dei commenti degli amici; i 3 ragazzi erano infatti colleghi di lavoro e condividevano la passione per la pesca. 

Sgomento ed incredulità per una sciagura dalle cause ancora ignote. Le ricerche, sospese alle 20 di ieri a causa del buio, sono riprese all'alba, allargato lo specchio di ricerca alla zona di Aspra, dove le correnti avrebbero potuto spingere la barca ed i suoi componenti.
 
Commenti (0)
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati ()

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus