seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » cronaca » Anche l'Arabia Saudita contro la violenza sulle donne ...
OkNotizie
 0 commenti  |  
A+ A-
 

Anche l'Arabia Saudita contro la violenza sulle donne

Arriva una fondazione che offre protezione legale a donne e bambini

di Natalia Librizzi
cronaca | "Alcune cose non possono essere coperte. Combattere ogni forma di violenza sulle donne". È lo slogan della prima campagna pubblicitaria realizzata nel regno wahabita dell’Arabia Saudita contro gli abusi e i maltrattamenti domestici. E il soggetto è un volto femminile interamente coperto dal niqab, quel velo che – icona della femminilità orientale e islamica – ne rivela solamente gli occhi, di cui uno è tumefatto. 

A indurre tale mutamento così forte da spezzare la morsa del passato in un paese dove le donne sono sempre state soggette a forti limitazioni, è stata la tragica fine della piccola Lama al- Ghamdi, la bambina di 5 anni morta nel 2012 dopo essere stata violentata, torturata e selvaggiamente picchiata dal padre, un noto telepredicatore. L’episodio ha scosso profondamente l’opinione pubblica, nonostante la violenza familiare sia in Arabia Saudita cosa più che consueta e connaturata nell'educazione maschile, tanto che un proverbio popolare recita "una ragazza non possiede altro che il suo velo e la sua tomba". 

La campagna, finanziata dalla Fondazione Re Khalid, si propone di fornire una protezione legale per donne e bambini vittime di abusi in Arabia Saudita. Durante la presentazione, le autorità hanno ammesso che "il fenomeno delle donne maltrattate in Arabia Saudita è più importante di quello che sembra", incoraggiando i sauditi a denunciare i casi di violenza in un paese che si è classificato al 131 esimo posto su 134 per la parità tra uomini e donne.
 
Commenti (0)
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati (0)

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus