seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » cronaca » Bellolampo: l'incendio della discarica è doloso ...
OkNotizie
 0 commenti  |  
A+ A-
 

Bellolampo: l'incendio della discarica è doloso

Il sindaco Leoluca Orlando chiarisce: "Il comune non è responsabile"

di Redazione di BuonGiornoSicilia
cronaca | Incendio di natura dolosa: questo il responso che giunge dalle indagini, partite domenica, giorno in cui le fiamme si sono impadronite della discarica di Bellolampo. Intanto dopo cinque giorni di lavoro senza sosta da parte di vigili del fuoco, canadair e dipendenti dell'Amia, alcuni focolai rimangono ancora attivi. La chiusura della discarica ha creato un effetto domino nel prelievo dei rifiuti: le raccolte sono sempre più lente, non si riesce a smaltire tutta l'immondizia smistandola in altre discariche siciliane e tutto ciò si ripercuote su Palermo, sempre più sporca e maleodorante in più zone della città. 

Sui disagi attuali ha voluto chiarire alcuni punti il sindaco Leoluca Orlando: "La discarica è di proprietà della Regione ed è gestita dall’AMIA che non è controllata dal Comune di Palermo, essendo commissariata ormai da molti mesi da parte del Ministero dell’Economia. Pur comprendendo il disagio di tanti cittadini e le loro tantissime richieste rivolte in queste ore al Comune, non possiamo che sottolineare ancora una volta il fatto che l’Amministrazione comunale non ha alcuna responsabilità né nella gestione della discarica, né nella gestione dell’emergenza, né nella distribuzione di informazioni ai cittadini". 

"Dal primo momento, io personalmente ed i miei delegati siamo stati in costante contatto con le autorità preposte agli interventi di spegnimento - spiega il primo cittadino palermitano - e con quelle che hanno la responsabilità di informare i cittadini sui pericoli da inquinamento. L'Assessore Lapiana ha anche visitato diverse volte nei giorni scorsi la discarica, per verificare personalmente la situazione".
 
Commenti (0)
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati (0)

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus