seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » cronaca » Cambiare sesso? A Palermo si può! ...
OkNotizie
 0 commenti  |  
A+ A-
 

Cambiare sesso? A Palermo si può!

Eseguiti i primi due interventi di ricostruzione genitale al Policlinico

di N.L.
cronaca | Dopo l’ambulatorio ginecologico per transessuali, il primo in Italia, inaugurato lo scorso dicembre e attivo da questo febbraio presso l’Ospedale Civico di Palermo, il capoluogo siciliano non soltanto ha dato conferma della sua modernità in campo tecnico scientifico ma ha anche dato un distinto segnale di integrazione e di equità, candidandosi così a capitale del “terzo sesso”. La settimana scorsa infatti, presso il reparto di Chirurgia Plastica del Policlinico di Palermo, sono stati eseguiti un paio di interventi chirurgici per coronare il sogno di due pazienti che da anni speravano di cambiare sesso, diventando a tutti gli effetti donne

Le operazioni sono state eseguite dai professori universitari Franz Moschella e Adriana Cordova e dai medici Salvatore D'Arpa e Fiammetta Ronga, grazie a una tecnica innovativa nata dalla collaborazione tra l'ateneo palermitano e l'università belga di Gent, dove proprio la professoressa Cordova ha condotto un periodo di stage. 

Gli interventi, durati all'incirca quattro ore ciascuno, consistevano nella ricostruzione della vulva, della vagina e del clitoride, permettendo – come ha spiegato all'uscita della sala operatoria il professore Moschella – di conservare così tutte le funzioni erogene, dal momento che “il clitoride ricostruito è stato innervato con un tratto di glande del pene e questo consente di continuare a provare piacere sessuale”. 

Grazie a un’equipe moderna e all'avanguardia, i transgender siciliani che vogliono cambiare sesso sanno a chi rivolgersi.
 
Commenti (0)
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati ()

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus