seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » cronaca » Dichiaravano il falso per avere contributi assistenziali ...
OkNotizie
 0 commenti  |  
A+ A-
 

Dichiaravano il falso per avere contributi assistenziali

25 i palermitani denunciati per una truffa di 300 mila euro

di Natalia Librizzi
cronaca | Dopo i falsi ciechi e i finti poveri, tra i nuovi truffatori dell’erario statale spiccano oggi 25 palermitani, denunciati a vario titolo dalla Guardia di Finanza per aver indebitamente richiesto contributi assistenziali sotto forma di erogazioni in denaro o esenzioni per 300 mila euro

C’è infatti chi ha presentato un reddito inferiore a quello effettivo per accedere al gratuito patrocinio, per ottenere il contributo sul canone di locazione o l’esenzione dal pagamento del ticket sanitario; c’è chi ha invece indebitamente richiesto l’assegno di maternità all'INPS attestando falsamente di non aver percepito un analogo contributo da altri enti e infine i più furbetti: coloro che hanno dichiarato di essere residenti in Italia per percepire gli assegni sociali, pur essendo iscritti all'Anagrafe degli italiani residenti all'estero. Tutti, insomma, avevano emesso dichiarazioni e autocertificazioni non veritiere per accedere alle prestazioni sociali cosiddette "agevolate", come gli assegni familiari e di maternità, le integrazioni all'affitto, oppure sotto forma di esenzioni, come ad esempio la comunissima e (pare) desiderata dai più esenzione del pagamento dei ticket sanitari

L’importo delle somme illecitamente riscosse, con conseguente danno alle casse dello Stato, ammonta complessivamente a circa 300 mila euro. I controlli delle Fiamme Gialle palermitane in questo delicato settore stanno proseguendo al fine di evitare la distrazione di risorse pubbliche e garantire la corretta erogazione dei contributi solo a coloro che versano in effettive e reali condizioni economiche disagiate.
 
Commenti (0)
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati ()

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus