seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » cronaca » Emergenza randagismo in Sicilia ...
OkNotizie
 3 commenti  |  
A+ A-
 

Emergenza randagismo in Sicilia

Falcone: un problema da affrontare a monte con un percorso di rieducazione del cittadino

di N.L.
cronaca | Il 3 luglio 2000 ci si era convinti che, grazie all'attuazione della Legge R. Sicilia n.15 e la registrazione dell’animale presso l'anagrafe canina, si sarebbero non solo tutelati gli animali da affezione ma si credeva fermamente che si sarebbe risolto anche il grave problema sociale del randagismo. Oggi, una recente inchiesta su questo fenomeno ha però rivelato che, nella nostra regione, sono presenti almeno 65.000 randagi dei quali solo 8.000 ospitati in strutture pubbliche per loro predisposte
Lo denuncia, in un’interrogazione parlamentare indirizzata al Governo della Regione, il vice presidente del PDL all'Ars, l’onorevole Marco Falcone, il quale spiega “il randagismo è un fenomeno sociale che andrebbe affrontato a monte attraverso l'educazione civica nei vari livelli di istruzione scolastica e con la sensibilizzazione dei cittadini nei confronti degli animali domestici che, talvolta, diventano indesiderati, ed a valle con un maggior controllo del territorio, l’istituzione e ampliamento di gruppi cinofili all'interno dei corpi di polizia municipale”. “Occorre, quindi – conclude Falcone – accelerare i tempi per porre ordine in questo settore: con il contenimento del numero dei randagi che hanno un costo annuale per i cittadini siciliani di centinaia di migliaia di euro; avviando nelle scuole siciliane un progetto finalizzato alla sensibilizzazione degli studenti di ogni ordine e grado; prevedendo nella prossima finanziaria e bilancio un congruo finanziamento utile alla creazione di gruppi cinofili nei comuni”. 
La stessa OIPA (Organizzazione Internazionale Protezione Animali) ha infatti dichiarato che, nonostante la legge 15/2000 abbia rappresentato una pietra miliare per il valore etico del rapporto uomo-animale e per la necessità di promuovere la tutela e il rispetto degli animali d’affezione, “il randagismo, è sotto gli occhi di tutti, un problema sociale da contenere con le strategie più efficaci ed attraverso una seria progettualità, in cui necessitano ampie collaborazioni e sinergie”.
 
Commenti (3)
scritto da Cristina Ottolini il 13-07-2013 21:26:42
 
Vi prego fate qualcosa per questi poveri animali. Cercate di informare l'opinione pubblica e soprattutto ai siciliani. Vi garantisco che da turista e doprattutto animalista è angosciante aver paura costantemente x loro ed allo stesso tempo devastante non poter far nulla x loro.
scritto da silvia il 18-01-2014 21:36:41
 
vi prego aiutateli...fa male vederli terrorizzati,affamati,morti lungo le strade...xchè le persone sono cosi cattive
scritto da massimiliano il 23-01-2014 14:24:54
 
bisogna intervenire!!!più civiltà e amore verso gli animali!sono nostri compagni di vita!puniamo severamente chi abbandona e maltratta,sterilizziamo le colonie,sensibilizziamo di più adulti e bambini!gli animali hanno un cuore e soffrono proprio come noi!!!
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati (0)

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus