seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » cronaca » GDF: Scatta un sequestro di 4,3 milioni nell'agrigentino ...
OkNotizie
 0 commenti  |  
A+ A-
 

GDF: Scatta un sequestro di 4,3 milioni nell'agrigentino

Vincenzo Scavetto avrebbe aiutato Cosa Nostra nella latitanza di alcuni boss e nella gestione del pizzo

di Natalia Librizzi
cronaca | Terreni, appartamenti, fabbricati rurali e varie disponibilità finanziarie, insomma un patrimonio di quasi 4 milioni e mezzo di euro è stato sequestrato dalla Guardia di Finanza di Palermo. Interessato dal provvedimento sarebbe Vincenzo Giovanni Scavettoun imprenditore agricolo già condannato in primo grado nel 2012 per associazione mafiosa a 10 anni di reclusione

Sono state le dichiarazioni di diversi collaboratori di giustizia a condurre all'identikit dell’imprenditore agrigentino, il quale avrebbe non soltanto fatto parte di Cosa nostra e della cosca agrigentina di Casteltermini (dove gli sono stati sequestrati, tra le altre cose, terreni del valore di oltre un milione di euro) in concorso con boss del calibro di Giovanni Brusca e Leoluca Bagarella, ma avrebbe anche favorito la latitanza di diversi capifamiglia come Salvatore Fragapane. Proprio dopo l’arresto di Fragapane, scattato nel 1995 dopo una latitanza durata 3 anni, Scavetto avrebbe consolidato la propria posizione in seno a Cosa nostra, diventando per il territorio di Casteltermini uno dei principali punti di riferimento dell’organizzazione, per conto della quale avrebbe anche mediato nella gestione del pizzo

A incastrarlo sono state anche le disponibilità patrimoniali e finanziarie tracciate dalle Fiamme Gialle e acquisite nel periodo in cui l’imprenditore partecipava alle attività illecite della Cosca, risultate sproporzionate rispetto ai suoi redditi dichiarati e ufficiali coi quali non avrebbe potuto permettersi terreni con annessi fabbricati rurali e appartamenti in quel di Casteltermini per oltre 4 milioni di euro.
 
Commenti (0)
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati (0)

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus