seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » cronaca » Guerra a chi guida in stato di ebbrezza ...
OkNotizie
 0 commenti  |  
A+ A-
 

Guerra a chi guida in stato di ebbrezza

La polizia municipale acquista etilometri di nuova generazione

di Redazione di BuongiornoSicilia
cronaca | Nell'ambito delle attività tese ad assicurare il massimo livello di sicurezza stradale possibile, il Comando di polizia municipale si e' dotato di nuove apparecchiature. Lo rende noto la stessa amministrazione del Comune di Palermo. 

Per incrementare le azioni di contrasto al fenomeno della guida in stato di ebbrezza, e' stato acquistato un secondo etilometro di tipo probatorio, di nuova concezione, che va ad affiancarsi a quello già in uso. Sono stati anche acquistati 8 rilevatori del tasso alcolemico di tipo precursore moltiplicando cosi' le possibilità operative e permettendo il monitoraggio continuo e sistematico del fenomeno della guida in stato di ebbrezza. 

In pratica, i conducenti sottoposti a controlli saranno invitati a soffiare in uno dei nuovi precursori, che forniranno istantaneamente una valutazione del tasso alcolimetrico nell'espirato. La prova non e' assolutamente invasiva - si legge ancora nella nota del Comando di polizia municipale - ed avviene in condizioni di assolute garanzie igieniche, dal momento che non vi e' alcun contatto fisico tra le persone e lo strumento, che si limita ad analizzare il contenuto dell'aria espirata. Solo in caso di positività all'apparecchio precursore il conducente sarà sottoposto a controllo con l'etilometro probatorio; la misurazione con questo secondo strumento sarà la prova legale dell'infrazione all'articolo 186 del Codice della Strada, e come tale sarà utilizzata del procedimento penale che si accenderà a carico del trasgressore; la prova viene ripetuta a distanza di qualche minuto, a maggior garanzia dei diritti del Cittadino controllato. A carico di chi dovesse rifiutare di sottoporsi ai controlli scatteranno automaticamente le sanzioni relative al livello più alto di ebbrezza, con la possibilità di subire anche la confisca del mezzo guidato.

L'articolo 186 del Codice della Strada prevede severe sanzioni a carico di chi si ponga alla guida essendo in stato di ebbrezza: e' previsto nei casi più gravi l'arresto fino ad un anno, e le sanzioni sono raddoppiate se a causa dell'ebbrezza si e' coinvolti in incidente stradale, arrivando alla revoca della patente in caso di tasso alcolemico superiore a 1,5 g/l. Per le categorie incluse nell'articolo 186 bis del Codice della Strada le sanzioni sono aumentate da un terzo alla metà, e gli autisti professionali possono subire la revoca della patente.
 
Commenti (0)
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati ()

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus