seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » cronaca » I Cardinals vanno ai quarti: poveri ma belli ...
OkNotizie
 0 commenti  |  
A+ A-
 

I Cardinals vanno ai quarti: poveri ma belli

La squadra non ha i soldi per la prossima trasferta, ma il gruppo non si arrende e nasce l'iniziativa "Adotta anche tu un Cardinals"

di Claudia Guarino
cronaca | La crisi miete vittime anche nel mondo dello sport, tanto che si è costretti a chiedere l’aiuto dei tifosi. Accade a Palermo, ad uno dei fiori all’occhiello in campo sportivo del capoluogo siciliano: I Cardinals Palermo. Campioni Nazionali del Cif9 2012, campionato a 9 giocatori, i giocatori di una delle maggiori squadre di football americano in Sicilia, portano avanti il sogno di conquistare la vetta dell’attuale campionato italiano a 11, con non poche difficoltà economiche. 

Non tutti si aspettavano che la squadra sarebbe stata in grado di raggiungere “un’incredibile record di 6 vittorie e 2 sconfitte in regular season. Record mai ottenuto da nessuna neopromossa”, come scrive uno dei giocatori, Nicolò D’Amico, sulla sua pagina di Facebook. 
 Un successo straordinario quello dei Cardinals, che ha lasciato gli amanti del football americano, in Italia, a bocca aperta. 
  L’ultima grande vittoria, domenica scorsa, ha segnato la svolta per la squadra palermitana che, agli ottavi di finale, ha battuto i Barbari Roma Nord, vincitori per ben 4 volte negli ultimi 5 anni nel campionato italiano. “I Cardinals - così, come racconta Nicolò D’Amico - vincono 34 a 32 lasciandosi alle spalle soltanto il silenzio di chi ancora non ha capito chi siamo diventati”, pronti per affrontare la nuova sfida che li vedrà in campo a Bergamo, in occasione dei quarti di finale, contro i Lions Bergamo
 
 Un percorso brillante che rischia, però, di essere intralciato dalle dure condizioni economiche nelle quali verte la società sportiva. Sì, perché i fondi della squadra sono insufficienti per sostenere le spese di trasferimento di tutti i membri. Un team numeroso, composto da 45 elementi, tra giocatori e staff, che adesso deve affrontare un costo di 10 mila euro per andare in trasferta a Bergamo, città che come anticipato, ospiterà i quarti di finale del campionato LENAF (Lega Nazionale American Football). 
 A sovvenzionare gli spostamenti e le altre spese del gruppo sportivo finora sono stati i dirigenti e gli allenatori che, insieme al contributo di qualche sponsor, hanno permesso alla squadra di intraprendere questo cammino straordinario. I soldi però, adesso che il gioco si fa duro e le spese aumentano, non bastano. Ecco che per i Cardinals arriva un nuovo nemico, quello della crisi economica, di fronte alla quale i giocatori palermitani non si sono arresi, e hanno anzi deciso di promuovere un’iniziativa che fa appello alla passione e alla credibilità dei tifosi amanti di questo sport e di questa squadra. 
  
L’idea, nata “quasi per scherzo”, è stata quella di creare un movimento: “Adotta anche tu un Cardinals”. L’operazione, nata in fretta dopo il rientro dall’ultima vittoria a Roma, è iniziata “postando” in rete un appello, con il quale Giulio Ventura, Direttore Sportivo ASD Cardinals, si è rivolto al pubblico appassionato di football, raccontando la difficile situazione in cui si trova il suo team, per chiedere il sostegno di chiunque fosse disposto ad offrire il proprio contributo per salvare le sorti della squadra. 

 L’appello sul sito dell’iniziativa http://www.palermocardinals.it/adotta/ - Parte l'operazione "Adotta anche tu un Cardinal" Permetteteci, con la leggerezza di sempre, di trattare un argomento piuttosto serio: l'esaltante vittoria di ieri ci pone il non semplice rebus di organizzare in fretta e furia una trasferta a Bergamo. Come spessissimo è accaduto in questi ormai 30 anni di storia la cassa della società e colma di ragnatele. Onoreremo comunque l'impegno e la trasferta, anche se in questo momento non sappiamo come. E tuttavia ci farebbe grandissimo piacere ricevere il vostro supporto. Non solo per il significato in termini meramente materiali, ma soprattutto per darci la sensazione che in questa città, preda di milioni di problemi e distratta da emergenze certo più importanti della nostra, non abbiamo seminato al vento. Che in trent'anni di attività, sacrifici, impegno, sofferenza, qualche piccolo seme ha germogliato. Anche un piccolissimo contributo, anche l'equivalente di una pizza e una birra, avrebbe per noi un significato enorme. Un grazie a tutti coloro che vorranno sostenerci, ma anche a tutti coloro che non lo faranno! 

 Un successo straordinario! Tantissimi sono stati i gesti di solidarietà giunti da gran parte d’Italia e anche dall’estero: i soldi raccolti fino a questo momento ammonterebbero a circa 3 mila euro. “Arrivano donazioni da tutte le parti d’Italia: Umbria, Torino, Milano, Roma, Napoli – scrive Nicolò D’Amico - Amici che stanno all’estero mandano soldi da Londra, Madrid, alcuni bonifici arrivano addirittura dalla Nigeria e dall’Australia, il fenomeno Cardinals prende piede ovunque sia conosciuto. Accadono cose incredibili – sottolinea - che solo lo sport autentico, dove sono i valori concreti della vita a fare da filo conduttore, può essere in grado di creare”. Un ulteriore contributo è arrivato anche da parte dei “ragazzi di UNLOCKED e di LEFT Palermo che hanno puntato i riflettori sul caso Cardinals Palermo e ci danno tutta la visibilità che potevano”. 
  Ricordiamo che è possibile offrire il proprio sostegno entrando nella pagina creata appositamente per il movimento (http://www.palermocardinals.it/adotta/) in cui, scorrendo verso il basso, compaiono le foto dei ragazzi Cardinals in attesa di essere “adottati” per questa simpatica e ammirevole iniziativa. Basta cliccare sulla foto per accedere ad un’altra pagina nella quale sarà possibile versare una quota a sostegno della squadra, attraverso un pagamento con carta prepagata o carta di credito. 

Il mondo dello sport è anche questo: determinazione, spirito di squadra e affiatamento. Valori che al giorno d’oggi non tutte le discipline sportive riescono a mettere in pratica e a manifestare con questo grande entusiasmo. In un momento storico in cui lo sport è diventato spesso mezzo di lucro per diverse società, in svariati ambiti, raccontare una storia come quella che ha riguardato i Cardinals, in cui hanno vinto la forza di volontà e la passione per lo sport, sacrificando tempo e danaro per raggiungere una meta, è un incentivo a credere ancora al vecchio detto “l’unione fa la forza”. Ad imparare ad apprezzare il vero Sport fatto di valori autentici “dove la lealtà, il coraggio, il sacrificio e l’umiltà di chi è capace di chiedere aiuto” tengono salde le fondamenta di una vera squadra. 

Domenica i Cardinals giocheranno contro un Colosso del football - come si legge nella parte conclusiva del post di Nicolò - qualcuno ha definito i Lions la storia del football italiano, io dico invece che noi la storia la stiamo facendo. Saremo ancora più forti perché vi porteremo in un cuore colmo di motivazione. Saremo tutti quanti insieme nello stesso campo, dalla stessa parte, noi e voi uniti in una cosa sola per scrivere quest’altra splendida avventura, ricordando che c’e’ solo un modo per dirvi veramente grazie, la vittoria. GO CARDINALS !”.
 
Commenti (0)
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati (0)

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus