seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » cronaca » Il Palermo ai palermitani? Su facebook già più di mille persone ...
OkNotizie
 4 commenti  |  
A+ A-
 

Il Palermo ai palermitani? Su facebook già più di mille persone invocano l'azionariato popolare

Sul noto social network nasce il gruppo per l'acquisizione della società rosanero tramite il metodo del Self Financing

di Redazione di BuonGiornoSicilia
cronaca | E’ Un progetto che può avere i tratti di un sogno, quello lanciato meno di 24 ore fa su Facebook ma che raccoglie già l’entusiasmo e la passione di alcuni tifosi palermitani. 

Di tutti coloro che credono nella possibilità – concreta - di restituire il Palermo ai Palermitani. L’idea nasce sulla base di efficienti, funzionali e funzionanti progetti di azionariato popolare già esistenti che dimostrano di potere rendere il calcio diverso, rendendo i tifosi partecipanti attivi delle scelte inerenti la Società sportiva. 
L'azionariato popolare, consente una capillare diffusione della proprietà delle quote della società, che anziché essere possedute da un numero limitato di soci, è invece nelle mani di un numero più elevato di soggetti, cosiddetti "non istituzionali". 
L'azionariato popolare favorisce una maggiore stabilità politico-sociale con una distribuzione del reddito più omogenea, e consente una partecipazione ampia alle sorti della società attraverso la partecipazione di un vasto numero di soci alle assemblee societarie. E’ la forma di democrazia sportiva che tiene in conto tutte le componenti che si affidano, per elezione, ad un comitato di Governance misurato e valutato sulla base di obiettivi condivisi in sede assembleare. 
La situazione che si è venuta a creare a Palermo, nel corso degli ultimi 3 anni, ha oggettivamente manifestato che l’attuale proprietà per motivi di diversa natura, ha di fatto limitato il proprio livello di intervento economico e programmatico. Nonostante la passione e l’impegno di tifoseria riconosciuta e premiata come la migliore d’Italia. Palermo, bene ricordarlo, è la quinta città d’Italia e rappresenta un complesso valoriale, economico e culturale che merita di essere adeguatamente rappresentato ed esportato anche attraverso il calcio. 

IL PALERMO AI PALERMITANI quindi, non è un’idea nata per alimentare polemica, non rappresenta una forma di protesta ma si ascrive all’ideologia di rimettere la squadra cittadina nelle mani dei suoi tifosi, non solo cittadini. Perché la fede è senza territorialità. Una società ad azionariato popolare, guidata dal principio di collettività e dotata di una struttura societaria ben strutturata, può diventare volano per l’intera economia cittadina. Questo ci porta a credere che le quote della U.S. CITTA’ DI PALERMO, possano realmente diventare di proprietà dei tifosi, i quali possedendo anche una sola azione, hanno la proprietà di una quota azionaria e godono di tutti i diritti e i doveri per legge spettanti al singolo socio. “Adesso ci auguriamo che le adesioni si moltiplichino – spiegano dal Gruppo che conta già oltre 1000 membri fondatori in meno di 24 ore – ma l’obiettivo è quello, attraverso la rete delle relazioni individuali e professionali, di allargare il consenso, di presentare l’iniziativa attraverso altri canali di comunicazione e di farla conoscere a soggetti palermitani impegnati nel mondo dell’imprenditoria cittadina e non cittadina per misurare il concreto interesse a trasformare l’idea in progetto vero, attuabile, sostenibile. Perché crediamo che Palermo e i palermitani siano capaci di realizzare una impresa capace di accendere i riflettori sulla gente di Palermo, per avere fatto qualcosa di incredibile”. 
In Europa Il Futbol Club Barcelona, con i suoi 163.000 soci circa, costituisce oggi il più grande esempio di azionariato popolare nel mondo.
In Spagna vi sono quattro grandi club che applicano questo modello. Oltre al già citato Barcellona, Real Madrid, l'Athletic Bilbao e Osasuna.
 
Commenti (4)
scritto da The Boss il 09-02-2013 12:41:47
 
Ho appena letto questa ca......ta gigantesca!!!! Mi sono messo a ridere al solo pensiero di immaginare una possibile assemblea soci con urla tipo compravendita al mercato "la vucciria" con la sig.ra Maria che abbannia di qua e è di la e i zu Totò che si allattaria con gli amici al Bar che sacc'accatto u Palermo e che va scena con Galliani e Moratti ecc.!!!!!! Non scherziamo in Spagna hanno potuto farlo perché la gente e' civilizzata, noi non siamo neanche capaci di gestire il marciapiede davanti casa nostra figuriamoci gestire un club come un'azienda!!!! Pensiamo a come camare piuttosto che fantasticare.....
scritto da Matteo il 09-02-2013 12:53:07
 
Questo atteggiamento non permette non solo alla Sicilia ma anche all'Italia, di diventare una nazione civilizzata. Rimaniamo seduti comodi mentre ci rubano tutto, anche la squadra di calcio. La gente che ha aderito all'iniziativa lo fa perché crede nel cambiamento, chi non ci crede può restare seduto, evitando di criticare se possibile.
scritto da Manlio il 09-02-2013 14:13:01
 
Caro the boss, noi vogliamo immaginare uno scrnario diverso. Dove la gente si proietta con attitudine positiva. La tua disamina fa sorridere ed e' figlia del solito qualunquismo e immobilismo tipico di chi non fa per paura di sbagliare. Noi crediamo di potere sognare, partendo da un'idea. Ma non accettiamo chi si lamenta, chi contesta, chi non muove un passo per fare la differenza. Mi spiace che tu non sappia sognare oltre l'immagine xhe hai voluto regalare au questa pagina di palermitani che sono come te. Di Palermo. Ma la critica puo' aiutare e l'accettiamo. Ti lascio con questa massima. Che muove piu' gente di quanto tutti noi possiamo pensare Le persone che riescono in questo mondo sono quelle che vanno alla ricerca delle condizioni che desiderano, e se non le trovano le creano. (George Bernard Shaw)
scritto da The Boss il 10-02-2013 08:34:35
 
Adesso farò meno sarcasmo e ti racconto un po'........ Partiamo dal fatto che mi vanto di conoscere bene i miei concittadini, grazie al mio lavoro, sto a contatto con tantissime persone e di tutte le fasce sociali, ciò mi ha permesso di avere un perfetto quadro di pregi e difetti di questa magnifica gente, ma proprio per questo ti dico che purtroppo e' solo una magnifica/utopistica idea!!!! Dovrei stare ore ed ore e pagine di lettere per dirti i tanti motivi per i quali il Palermo calcio non può essere dei palermitani...... Non per questo non si può sognare e fare pagine Facebook. Visto che parli di citazioni, ti consiglio un bel libro che descrive molto bene Palermo e i suoi abitanti, Il GATTOPARDO di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, anche se ha 55 anni ancora oggi e' attualissimo e descrive vizi e virtù e difetti caratteriali di questa gente, rileggilo sicuramente capirai a cosa mi riferisco!!! Se vuoi sarò ben lieto di incontrarci per fare un po' di critica costruttiva...... Un abbonato del Palermo, che anche oggi nonostante l'impietosa classifica e il tempo sarà allo stadio!
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati (0)

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus