seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » cronaca » Indovina: "La Cassa integrazione per i dipendenti dell'Aras metterà in ...
OkNotizie
 5 commenti  |  
A+ A-
 

Indovina: "La Cassa integrazione per i dipendenti dell'Aras metterà in ginocchio gli allevatori di tutta la Sicilia"

Il Presidente del consorzio provinciale degli allevatori di Caltanissetta lancia l'allarme dopo la delibera dell'associazione regionale allevatori

di Francesco Fanuele
cronaca | Parte dall'avv. Roberto Indovina, Presidente del Consorzio Provinciale degli Allevatori di Caltanissetta, il grido di protesta degli allevatori contro le decisioni adottate nell'assemblea tenutasi il primo ottobre scorso, presso la sede regionale dell'ARAS di Palermo, alla quale hanno partecipato le rappresentanze sindacali dei dipendenti dell'ARAS ed il Collegio Commissariale dell'Associazione. 

L'ARAS (Associazione Regionale Allevatori Sicilia) costituita nel 1950 e responsabile tra le altre mansioni della tenuta dei libri genealogici e registri anagrafici delle diverse specie e razze, dei controlli della produttività per le specie e razze da latte, del controllo impianti di mungitura, dell'analisi del latte attraverso il laboratorio regionale latte certificato ACCREDIA, ha deliberato nella riunione di lunedì scorso, l'applicazione della cassa integrazione per tutti i dipendenti dell'ARAS. 

"Le delibere adottate nella riunione di lunedì scorso - commenta Roberto Indovina - metteranno il ginocchio gli allevatori dell'intera Regione. Tutti i dipendenti dell'Associazione Regionale Allevatori sono stati messi in cassa integrazione, pertanto sono stati sospesi tutti i servizi". L'ARAS da oltre 60 anni costituisce un punto di riferimento fondamentale sia per gli allevatori, che per i consumatori. "Si sta facendo confusione tra i buoni propositi di risparmio della spesa pubblica per fronteggiare la crisi e la necessità di garantire l' erogazione di servizi essenziali per la collettività - chiarisce il Presidente Indovina - la scelta di mettere in cassa integrazione tutti i dipendenti è arrivata senza mai consultare gli allevatori. In passato siamo stati invitati a riunioni dove il Collegio Commissariale ha sempre precisato che i servizi essenziali agli allevatori non sarebbero mai stati sospesi. Da un giorno all'altro tutti gli allevatori sono stati privati dell'aiuto straordinario e prezioso fornito dai dipendenti dell'Associazione. Conosciamo bene le difficoltà finanziarie dell'Ente, ma la drastica soluzione di cassaintegrare tutti i dipendenti non ci è mai stata prospettata". 

L'ARAS risulta commissariata dal 2010 e sino ad oggi alla guida dell'associazione si sono succeduti il Dr. Chiarelli e l'attuale presidente del Collegio Commissariale Dr. Sessa. Il Presidente Indovina pone l'accento su questo tema, sollevando la necessità da parte degli allevatori siciliani di riappropriarsi, potendo gestire in autonomia e con la giusta programmazione, della propria associazione.

"I commissari sono totalmente allo scuro delle reali problematiche che gli allevatori incontrano quotidianamente - spiega l'avvocato Indovina - come se non bastasse, alla già precaria situazione della zootecnia siciliana, viene assestato un ulteriore colpo. Bisogna restituire l'ARAS ai propri associati. Nel corso dell'ultimo anno abbiamo organizzato diversi incontri tra i presidenti dei Consorzi Provinciali della Regione creando un clima di coesione e di fattiva collaborazione. Sono diversi tra l'altro i progetti in cantiere per rilanciare le attività dell'Associazione, ma il commissariamento non consente di portare avanti le nostre idee e fare sentire la nostra voce". 

Il Presidente chiude con un appello agli esponenti politici per poter riaprire un dialogo che appare interrotto da tempo: "Immaginavo che le imminenti elezioni Regionali potessero sollecitare l'interesse dei nostri politici verso le esigenze degli allevatori, purtroppo devo constatare il contrario. Non ho ancora ricevuto una sola telefonata da esponenti politici per discutere di programmi e progetti futuri e le nostre richieste non hanno trovato nessun riscontro. Oggi i politici sono troppo impegnati a sbandierare la loro onestà e correttezza, ignorando le problematiche concrete dell'elettorato".
 
Commenti (5)
scritto da Ciccio il 04-10-2012 13:34:05
 
Commissariare gli enti è ormai una moda, un modo efficace per dare poltrone e togliere la democrazia.
scritto da Giò il 04-10-2012 15:04:35
 
Sull'onestà dei nostri politici, abbiamo già avuto abbondanti razioni di apprendimento della realtà!!! Se un dì, decidessero di chiamare l'associazione, caro avvocato Roberto, lei deve sapere ma, suppongo lo sappia già, sarebbe solo perchè si avvicinano le elezioni e "fioriscono" le relative promesse pre-elettorali. In bocca al lupo carissimo.
scritto da Claudio il 04-10-2012 18:34:19
 
Questo Ente è stato da sempre "violentato" dalla politica che si è dimostrata cieca e incapace. Oramai da oltre 5 mesi gli impiegati dell'ARAS vanno a lavorare senza stipendio e con la speranza che si possa risolvere la loro situazione. In termini economici per la sopravvivenza dell'ARAS di UN ANNO, basterebbero gli stessi soldi per pagare UN GIORNO di straodinario dei forestali. Questo giusto per capire. Non tutti sanno che i dipendenti ARAS hanno dei contratti agricoli che prevedono degli stipendi pari alla metà di quelli che percepiscono i colleghi degli ispettorati agrari e dell'assessorato. Di una cosa sono sicuro ... e cioè che i politici hanno davvero esagerato e che stanno giocando con la pelle delle famiglie degli allevatori e dei dipendenti ARAS e sicuramente si farà in modo che ne prendano coscienza
scritto da mario il 05-10-2012 06:48:55
 
Caro Claudio concordo su tutto, a questo punto se i dipendenti dell'ARAS si incazzassero sul serio chi potrebbe dargli torto?!?
scritto da Sono un collega anche noi stiamo a 5 mensilita', i nostri sindacati non servono a niente ma quando ci muoviamo e mandiamo a f.........o i sindacati e ci uniamo tutti i dipendenti d'italia fancendo forza peche' noi lavoriamo e i nosti superiori AIA percepi il 01-10-2013 18:26:49
 
ok
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati ()

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus