seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » cronaca » Operazione 'Argo' - Trovati gli ultimi 2 latitanti: carbonizzati ...
OkNotizie
 0 commenti  |  
A+ A-
 

Operazione 'Argo' - Trovati gli ultimi 2 latitanti: carbonizzati

Omicidio mafioso ordinato dal Canada

di Natalia Librizzi
cronaca | Nell'ambito dell’operazione antimafia "Argo", che qualche giorno fa ha scardinato i clan di Bagheria, sono stati ritrovati due cadaveri carbonizzati in una discarica abusiva nel comune di Castedaccia (in provincia di Palermo), identificabili in Juan Ramon Fernandez Paz e Fernando Pimentel, due dei 24 destinatari, tra capi e gregari, del provvedimento di fermo nei confronti di esponenti delle famiglie mafiose del mandamento di Bagheria

Le vittime e Cosa Nostra canadese - I due spagnoli, garanti del cartello per il traffico internazionale di droga fra Bagheria e il Canada, risultavano latitanti dallo scorso aprile. In realtà erano stati uccisi: attirati con un tranello in una zona isolata e di difficile passaggio, sono stati crivellati da una trentina di colpi di pistola sparati, secondo gli inquirenti, dagli Scaduto. 

I mandanti - Pietro e Salvatore Scaduto, di 49 e 51 anni, si erano trasferiti in Canada nel 1989, dopo la morte del padre rimasto ucciso nel corso della guerra di mafia di Bagheria. Alcuni anni fa, però, erano rientrati in Sicilia a causa del coinvolgimento del fratello più giovane in una sparatoria a Montreal. Ieri, già fortemente sospettati di essere gli autori della scomparsa dei due stranieri, sono stati arrestati con l’accusa di omicidio premeditato e aggravato. 

 

Il movente - Proprio nei contrasti interni alla criminalità organizzata canadese è stato rintracciato il movente del duplice omicidio. Fernandez – personaggio di grande spessore criminale, indicato quale principale esponente della famiglia Rizzuto nella città di Toronto e stabilitosi a Bagheria dopo essere stato espulso dal Canada – aveva preferito non scegliere con chi schierarsi tra le due fazioni in lotta per il controllo del narcotraffico. Da un lato la vecchia guardia della famiglia del boss Vito Rizzuto e dall'altro un gruppo di ribelli ai quali sembra però che Fernandez si fosse avvicinato negli ultimi tempi. Alla marcata situazione di instabilità interna alle organizzazioni canadesi, degenerata negli ultimi anni in numerosi omicidi, è stata ricondotta la causale del duplice omicidio, appunto maturata dall'atteggiamento ritenuto ambiguo del Fernandez. 

Le indagini hanno appurato come l’ordine per l’eliminazione del Fernandez e del suo fidato Pimentel sia partito dal Canada attraverso canali in corso di accertamento fino a giungere ai due fratelli Scaduto che – avendo avuto dei trascorsi tra le file di cosa nostra canadese – si erano preoccupati di accogliere Fernandez a Bagheria.

 
Commenti (0)
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati (0)

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus