seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » cronaca » Operazione anti-droga nel palermitano, custodia cautelare per otto ...
OkNotizie
 0 commenti  |  
A+ A-
 

Operazione anti-droga nel palermitano, custodia cautelare per otto persone

All'alba i carabinieri in azione nell'operazione Nuovo mandamento, illecito sistema mafioso concentrato sullo spaccio di stupefacenti

di L.C.
cronaca | E’ stata ribattezzata “Nuovo Mandamento 2”, la nuova operazione condotta dall’alba di questa mattina dai militari del Nucleo Investigativo del Gruppo di Monreale, su disposizione del GIP del Tribunale di Palermo e dalla locale sezione della Direzione Distrettuale Antimafia
In carcere sono finite otto persone che dovranno rispondere, oltre alle accuse di associazione per delinquere finalizzata alla coltivazione, raffinazione e commercializzazione di sostanza stupefacente, anche di favoreggiamento dell’associazione mafiosa. Altra aggravante quella di coltivazione illecita ai fini di spaccio

L’operazione si è svolta tra i comuni di San Giuseppe Jato e Camporeale, in provincia di Palermo. Gli arresti di oggi scaturiscono dal proseguo delle indagini che, nello scorso mese di aprile, hanno portato all’esecuzione di ordinanza cautelare per 38 persone. In quell’operazione, chiamata Nuovo Mandamento, fu accertato come “Cosa Nostra” si fosse ricostituita con una nuova sovrastruttura di coordinamento. 
Nell’operazione di oggi sono venute alla luce diverse piantagioni, soprattutto nella valle del fiume Jato, e due luoghi dediti allo stoccaggio. Il gruppo di malviventi si occupava sia della coltivazione delle piantagioni che della successiva immissione nel mercato. Tra gli arrestati di oggi, figura anche Baldassarre Di Maggio, cugino dell’omonimo pentito Balduccio. Oltre a Di Maggio, in manette sono finiti: Battaglia Giovanni, Ficarotta Pietro, Liotta Raimondo, Lo Voi Salvatore, Mulè Giuseppe, Parrino Antonino e Parrino Rosario. L’operazione di oggi, sottolinea come Cosa Nostra sia tornata a puntare prepotentemente sulle sostanze stupefacenti per aumentare gli introiti.



 
Commenti (0)
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati ()

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus