seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » cronaca » Tentano di ricattare un pensionato con finte foto osé: arrestate 3 ...
OkNotizie
 0 commenti  |  
A+ A-
 

Tentano di ricattare un pensionato con finte foto osé: arrestate 3 persone

E a Caccamo un rumeno picchia un uomo

di N.L.
cronaca | Picchia il titolare, arrestato - Nel pomeriggio di ieri, i carabinieri di Caccamo – con l’ausilio dei colleghi di Termini Imerese – hanno fatto scattare le manette ai polsi di Vasile Buza, un bracciante agricolo di origine rumena, classe 1972, già conosciuto alle forze dell’ordine. L’uomo, sottoposto agli arresti domiciliari presso la sede dell’azienda agricola per cui lavorava, ha picchiato il suo titolare per futili motivi, provocandogli varie contusioni e alcune fratture (tra cui quella del setto nasale) con una prognosi di 20 giorni. È stato il titolare stesso a richiedere l’aiuto dei carabinieri che, giunti sul luogo dell’aggressione e non trovando il bracciante, hanno aperto una caccia all'uomo. Vasile è stato trovato, poco dopo, intento a lavorare tra le vigne dell’azienda agricola, in evidente stato di alterazione psicofisica dovuta all'abuso di alcol ed è stato trasferito in carcere. 


Derubano e ricattano pensionato con finte foto osé, arrestati - I carabinieri di Marineo hanno arrestato 3 persone per rapina ed estorsione ai danni di un pensionato. Antonino Orlando, Antonella Randazzo e Rosalia Romano avevano escogitato un brillante piano che avrebbero anche reiterato nel tempo: l’avvenente e giovane Rosalia (classe 1992) si finge un’autostoppista che deve raggiungere gli amici in contrada Boschetto, un agro del comune di Marineo. L’anziano accompagna ben volentieri la giovane ma, suo malgrado, ad attenderlo non ci sono gli amici. Trova invece i due complici della stessa che lo aggrediscono, bloccandolo al sedile dell’utilitaria e rubandogli tutti i beni che aveva addosso. Inoltre, lo denudano e cominciano a scattargli qualche foto accanto alla bella donna con l’intento di estorcergli 200 euro per evitare che diventassero di dominio pubblico. La vittima, un 70enne di Bagheria, dopo essere stato aggredito, ha deciso comunque di denunciare l’episodio. Così per i tre, trasferiti ai Pagliarelli, sono scattate le manette.

 
Commenti (0)
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati (0)

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus