seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » musica&spettacolo » Addio a Enzo Jannacci, con lui se ne va un pezzo di storia della ...
OkNotizie
 0 commenti  |  
A+ A-
 

Addio a Enzo Jannacci, con lui se ne va un pezzo di storia della musica italiana

A 10i anni di distanza dalla morte del “fratello” Gaber, si spegne un altro esponente della musica d'autore italiana.

di Alessio Bellone
musica&spettacolo | Cantautore, cabarettista, attore e cardiologo, uomo dalle mille risorse capace di raccontare tramite la sua musica la vita degli ultimi. Enzo Jannacci si è spento nella sua Milano all'età di 77 anni, a causa di una malattia che lo opprimeva già da lungo tempo. Grazie alle sue canzoni irriverenti e fuori dei canoni dell’epoca, il cantautore è riuscito a narrare storie considerate tabù, anche grazie all'aria innovativa che si respirava nella cricca dei suoi amici storici tra cui Giorgio Gaber, Adriano Celentano, Dario Fo e tanti altri. Questo suo modo di fare musica era ritenuto poco adatto dalla RAI in bianco e nero – o, per meglio dire, troppo inedito per quel periodo storico – e dovettero trascorrere diversi anni prima che il grande pubblico potesse rendersi conto di quello che si stava perdendo, ovvero racconti di vita quotidiana, semplici e al contempo profondi e ricchi di significati. Con Gaber ha condiviso molteplici esperienze artistiche, tra cui l’esordio con il duetto I Due Corsari – che nel 1983 diventerà Ja-Ga Brothers – in cui i due artisti si divertivano a imitare lo stile rock and roll statunitense. Ma per Jannacci, Gaber è stato più di un collega, bensì un “fratello” con cui poter esprimere qualsiasi cosa gli passasse per la testa. Oltre al rock and roll, la sua grande passione è stata la musica jazz,che l’ha portato a suonare con jazzisti di fama internazionale come Stan Getz, Gerry Mulligan e Chet Baker con i quali registrò diversi dischi.

La vita artistica di Jannacci non si è limitata alla sola musica ma ha partecipato anche a diversi progetti teatrali e cinematografici, come L’Udienza, film in cui ha recitato un ruolo da protagonista accanto ad attori di fama internazionale come Vittorio Gassman e Ugo Tognazzi. Con Enzo Jannacci, se ne va un uomo che, nonostante il successo e la popolarità, ha sempre mantenuto la sua semplicità e il suo modo di vedere la vita fuori dagli schemi e grazie della musica è riuscito a trasmetterci la sua filosofia.



 
 
Commenti (0)
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati ()

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus