seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » musica&spettacolo » Armodio e “La dimora delle verità silenti” ...
OkNotizie
 0 commenti  |  
A+ A-
 

Armodio e “La dimora delle verità silenti”

Uno dei maggiorni interpreti dell'arte contemporanea torna ad esporre nella suggestiva sede di Palazzo Reale

di Redazione di BuongiornoSicilia
musica&spettacolo | Armodio, tra i maggiori interpreti dell’arte contemporanea, torna a esporre a Palermo nella splendida e suggestiva sede di Palazzo Reale. L’iniziativa, promossa dalla Fondazione Federico II e dalla Casa d’Arte san Lorenzo e inaugurata il 14 settembre 2012, presenta circa 40 opere realizzate nell’ultimo anno. 

Una mostra che ripropone i temi cari all’artista, la cui pittura unisce una raffinata vena umoristica e surreale ad una tecnica di esecuzione straordinaria.
L'esposizione è composta da venti piccoli “racconti”, rappresentanti attraverso il lavoro del maestro, e propone al pubblico siciliano una serie di soggetti sviluppati secondo le tecniche tradizionali a lui più consone. 

L’intero universo poetico di Armodio è qui ben rappresentato e trova, in questa serie di recenti lavori, la giusta collocazione senza nulla togliere al pathos e alla cifra pittorica caratterizzata l’opera dell’autore stesso. Poesia, oniricità, metafisica sono le sostanziali prerogative del lavoro tutto del celebre artista ed in questa mostra tocca livelli emotivi di altissima caratura. Le pitture di Armodio, popolate da oggetti rivisitati in chiave beffarda e trasgressiva, ci proiettano in universi paralleli, costruiti intorno ad un’assenza. Una lettura reale, che propone scansioni di oggetti di uso comune, trasfigurati in un contesto privo di sfondo. 

L’artista definito un dei più virtuosi talenti italiani e gran maestro dell’illusione, mostra l’anima recondita di esistenze segrete e nascoste. Una mostra di grande impatto che analizza nella sua completezza l’indagine artistica del maestro e svela un gusto raffinato volto a riformulare in modo inedito l’esperienza sensibile, la memoria e le percezioni. L’evento espositivo rappresenta una grande occasione non solo per la Sicilia, ma anche per l’Italia stessa, poiché l’artista, ormai pienamente consacrato in ambito internazionale, è solito esporre all’estero. 

La mostra è curata dagli storici e critici dell’arte Daniela Frignone e Giovanni Faccenda. L’esposizione è accompagnata da un’ampia monografia edita da Giorgio Mondatori e include testi di Cristina Acidini, Daniela Frignone, Giovanni Faccenda e Stefano Zecchi.
 
Commenti (0)
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati (0)

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus