seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » musica&spettacolo » Lo straordinario successo del Cous Cous Fest ...
OkNotizie
 0 commenti  |  
A+ A-
 

Lo straordinario successo del Cous Cous Fest

Vincitrice della quindicesima edizione è la chef francese Alice Delcourt

di Claudia Guarino
musica&spettacolo | Colori, sapori, profumi, musica e divertimento, sono questi i presupposti del Cous Cous Fest, un affascinante momento di integrazione culturale che ritorna, puntuale da 15 anni, nella suggestiva cornice del lungomare di San Vito Lo Capo, che con i suoi 3km di sabbia bianca e il suo mare turchese, si è aggiudicato il primo posto nella classifica delle 10 spiagge più belle d’Italia. 

Anche quest’anno la manifestazione, organizzata dal Comune di San Vito Lo Capo e dall'agenzia Feedback, dal 25 al 30 settembre, è stata un successo, chiudendo la sua quindicesima edizione con un bilancio di circa 250 mila visitatori provenienti da tutto il mondo. Un appuntamento che incuriosisce e che apre gli orizzonti verso l’esplorazione di altre culture e nuovi sapori, all’interno di un’atmosfera festosa ricca di spettacoli e di sfide gastronomiche fra paesi del Mediterraneo. “Protagonista indiscusso dell’evento è stato, come sempre, il cous cous, piatto ricco di storia ed elemento di sintesi tra culture, simbolo di apertura, meticciato e contaminazione” – come si legge nella presentazione dell’evento sul sito del Cous Cous Fest – la cui preparazione costituisce il fine ultimo della gara culinaria per eccellenza della manifestazione. A sfidarsi nella creazione del cous cous più buono, sono stati chef provenienti da 9 paesi di tutto il Mediterraneo (Costa d'Avorio, Egitto, Francia, Israele, Italia, Marocco, Palestina, Senegal e Tunisia), sotto l’osservazione di una giuria attenta, composta da giornalisti ed esperti e presieduta da Paolo Marchi, giornalista enogastronomico e ideatore di "Identità Golose", il primo congresso italiano di cucina d'autore. Gli esperti, affiancati da una giuria popolare, hanno assegnato il premio "Miglior Cous Cous 2012", alla francese Alice Delcourt, già vincitrice dell’edizione precedente del Cous Cous Fest. 


Un successo straordinario, quello dell’ultima edizione del festival, dovuto non soltanto alla gara culinaria, ma anche e soprattutto alle piacevoli e dilettevoli aree di degustazione messe a disposizione e create per i visitatori. Ogni anno, infatti, l’organizzazione si rinnova e propone iniziative sempre più allettanti che incuriosiscono buongustai e non solo. Come il “villaggio gastronomico” che nelle sue case del cous cous, da mezzogiorno a mezzanotte, ha ospitato gli amanti del cous cous ad assaggiare trenta golose varianti per tutti i gusti. Da quelle a base di carne, tipiche del Maghreb, a quelle con il pesce dei paesi mediterranei, ma anche il taboulè e le varianti più insolite con latte di cocco e frutti di mare, con il nero di seppia o quello pantesco. Tra le altre novità dell’edizione 2012, c’è stata anche la divertente “Cous cous square”, un’intera piazza, anch’essa affollata dagli appassionati per il tipico piatto speziato nordafricano, che ha offerto ai visitatori diverse ricette preparate secondo la tradizione locale e quella mediterranea. Infine, l'area di Al Waha (il cui nome in arabo significa oasi nel deserto) è stata certamente l’idea che più ha trascinato gli ospiti della manifestazione nella cultura araba; un angolo etnico allestito in riva al mare, sulla spiaggia di San Vito Lo Capo, per ricreare un’atmosfera di relax tra colorati tappeti e divanetti viola, qualche narghilè sparso qua e là, in uno scenario arabeggiante contornato da musica, percussioni e spettacoli di danza del ventre. 


Anche personaggi noti e artisti hanno preso parte alla festa; voci come quelle di Edoardo Bennato, Fiorella Mannoia e Mario venuti, si sono esibite sul palco del festival, cantando ogni sera ai concerti gratuiti organizzati per l’evento. Un talk show, inoltre, condotto da Vladimir Luxuria “cantante, attrice, scrittrice e attivista politica, sempre in prima linea per la difesa dei diritti omosessuali”, ha dato il via ad un dibattito che ha avuto come tema principale l’integrazione culturale, coinvolgendo la partecipazione di diversi attori, comici, artisti e autori. 

Una miscela di cultura, sapori e tradizioni, dunque, che merita un plauso all’organizzazione, in grado di attirare tantissima gente verso un’affascinante e coinvolgente integrazione fra momenti spirituali e artistici, che ci lasciano, oltre ad un buon sapore per i nostri palati, anche un’esperienza originale attraverso l’esplorazione di usanze e costumi diversi.

Tutte le immagini sono state prese dal sito ufficiale dell'evento: www.couscousfest.it 
 
Commenti (0)
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati (0)

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus