seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » musica&spettacolo » Malika Ayane in Sicilia per tre tappe del 'Ricreazione Tour' ...
OkNotizie
 2 commenti  |  
A+ A-
 

Malika Ayane in Sicilia per tre tappe del 'Ricreazione Tour'

La cantante milanese si concede ai microfoni di BuongiornoSicilia: 'Il sud ha una carica incredibile'

di Francesco Fanuele
musica&spettacolo |
MALIKA AYANE tornerà ad esibirsi nei principali teatri italiani. 
Tra le tappe del “Ricreazione Tour” (una produzione di Massimo Levantini per Live Nation) ben tre, saranno le date siciliane: 18 aprile a Catania (Teatro Metropolitan); 19 aprile a Palermo (Teatro Golden); 20 aprile a Marsala (Teatro Impero)

La cantante, nata a Milano, da madre italiana e padre marocchino, si è gentilmente concessa ai microfoni di BuongiornoSicilia per raccontare le proprie emozioni, in vista degli imminenti concerti in terra siciliana.

Ciao Malika, nel tour Ricreazione tante le tappe in Sicilia e nel sud Italia, per te donna del nord, ma dal sangue in parte marocchino, che emozioni suscita esibirti nel meridione?  
Si, effettivamente sono una "milanesaccia" DOC, ma quando superi certe latitudini cambia qualcosa, comincio a sentire gli odori, gli elementi della mia infanzia. Il tour parte da giù e ci regala una carica mostruosa, il pubblico è caloroso e credo proprio che sia così anche per una questione geografica. 

Perché "Ricreazione" tour? 
La ricreazione è qualcosa che associo alla parola divertimento. 
Ricrearsi, prendere in mano tutti i progetti realizzati, le esperienze fatte nel mio recente passato, rimettendo ogni aspetto in circuito con una nuova energia.
 
Come riesci a gestire il ruolo di mamma presente e cantante di fama in giro per concerti? 
Quando la distanza lo permette cerco sempre di tornare a casa dopo gli spettacoli, quando sono lontana tengo duro, diciamo che la piccola si riposa da me... 

Hai partecipato tre volte al Festival di Sanremo, quale edizione ricordi con più affetto? 
Tre diverse esperienze, in tre diversi momenti della mia carriera.
L'ultima possiamo definirla una proclamazione della mia giovane età  adulta, la prima certamente una grande emozione e quindi indimenticabile. 

Artista di fama e crisi: regali emozioni a gente che spesso deve affrontare problemi grandi, tutto ciò inorgoglisce o spaventa? 
Sento una forte responsabilità, a volte evitiamo di fissare date dopo il 20 del mese, cercando così di poter coinvolgere tutti. Credo che l'artista debba essere quanto più perfetto possibile per intrattenere lo spettatore durante lo spettacolo, allontanando così per qualche ora i pensieri di ogni giorno. Ci tengo a precisare però, che i teatri sono spesso pieni nei territori definitivi in crisi, ciò significa che le persone hanno voglia di star bene, di divertirsi. Il pubblico spesso diviene protagonista della serata, regalando cuore ed energia ai concerti. 

Hai sempre pensato di fare la cantante? E se non avessi trovato il successo, quale strada avresti intrapreso?
Sin da piccola, cantare è sempre stato il mio sogno, diciamo che la grande occasione è arrivata proprio quando stavo per mollare l'idea, per dedicarmi a ricerche in uno studio musicale, lavoro che mi piaceva tanto. Ma nella vita ho fatto di tutto: dal preparare cocktail ad affittare case.

Chi era il tuo idolo musicale negli anni della tua crescita?
Sono cresciuta con la musica degli anni anni 70 ascoltata dai miei genitori, Paul Mc Cartney su tutti e quando avevo sette anni restai folgorata dalla potenza di Laura Pausini, cantante fantastica. 
Oggi vivo di fissazioni musicali, al momento ascolto tantissimo Andrew Bird. 

Cosa pensi dei talent show, trampolino di lancio troppo facile? 
Non li denigrerei e non sono né contro né pro. Credo semplicemente che bisogna strutturarli bene, farli sfociare in produzioni valide, moderne, alternative. Inutile proporsi come innovatori per realizzare poi un prodotto che ha poco di nuovo rispetto al resto. 
 
Quando hai visitato Las Vegas, avevi solo intenzione di giocare al casinò o di sposarti, come alla fine hai fatto? 
Arrivavo da Los Angeles e dopo aver attraversato la Death Valley, una volta giunti a Las Vegas, da buona fan di Sinatra e Elvis Presley ho deciso di sposare la persona che amo. 
D'altronde se vai a Las Vegas e non ti sposi, cosa ci sei andato a fare?




*Show BizLive Spettacoli presentano il concerto di Malika Ayane in data giovedì 18 aprile 2013 alle ore 21:30 presso il Teatro Metropolitan di Catania con i seguenti prezzi dei biglietti: 

Poltronissima € 40,00 compreso prevendita, 
Poltrona € 35,00 compreso prevendita, 
Distinti € 20,00 compreso prevendita.    

In data venerdì 19 aprile 2013 alle ore 21:30 presso il Teatro Golden diPalermo con i seguenti prezzi dei biglietti: 
Poltronissima € 39,50 compreso prevendita, 
Poltrona € 34,50 compreso prevendita. 

In data sabato 20 aprile 2013 alle ore 21.30 presso il Teatro Impero di Marsala (TP) con i seguenti prezzi dei biglietti:
1° settore € 27,00 compreso prevendita, 
2° settore € 22,00 compreso prevendita.

Biglietti in prevendita presso  
www.circuitoboxofficesicilia.it                                         
 
Commenti (2)
scritto da Paul il 18-04-2013 14:51:22
 
Quando ci si mette FF..........
scritto da Giubannello il 20-04-2013 10:40:26
 
Già, già... non so se poi l'ha invitata a cena! Bravo F.F.
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati (0)

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus