seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » musica&spettacolo » Per 'TEATRO CINEMA e VITA', sul grande schermo L'ultimo metrò di ...
OkNotizie
 0 commenti  |  
A+ A-
 

Per 'TEATRO CINEMA e VITA', sul grande schermo L'ultimo metrò di Truffaut

Lunedì 1 luglio, ore 17.30 ultimo appuntamento con il ciclo di film a tema

di Redazione di BuonGiornoSicilia
musica&spettacolo | Le associazioni culturali VOLO e L&D (Letteratura e dintorni) presieduti da Maria Di Francesco e Gaetano De Bernardis, in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinema - sede Sicilia - diretta da Ivan Scinardo, e con il patrocinio del Comune di Palermo propongono ancora una volta il FORUM didattico a tema: "TEATRO CINEMA e Vita" composto per il primo ciclo da cinque film: dopo Shakespeare in love; Riccardo III un uomo, un re; Cesare deve morire e Nel bel mezzo di un gelido inverno, è il turno del quinto e ultimo appuntamento lunedì 1 luglio alle ore 17.30, nella sede della Scuola del Cinema ai Cantieri Culturali alla Zisa, con la proiezione di L'ultimo metrò di François Truffaut, con Catherine Deneuve e Gérard Depardieu

Ad introdurre la proiezione sarà Sandro Volpe

Il dibattito sarà coordinato da Gabriella Maggio e da Egle Palazzolo. Entrambe hanno ideato l’iniziativa per sollecitare la ricerca del particolare linguaggio cinematografico che deriva da film strutturati in doppia narrazione, tra testo tradizionale di un’opera teatrale e attualità di vita. Ricerca condivisa con gli allievi della scuola del cinema . 

L’ultimo metrò di François Truffaut (1980) è soprattutto una riflessione del rapporto strettissimo tra cinema e teatro. Dopo un film "metacinematografico" qual è Effetto notte, Truffaut prosegue la sua strada verso lo sviluppo di una trilogia del linguaggio (l’ultimo episodio avrebbe dovuto incentrarsi sul music hall, ma non fu mai realizzato). Il rapporto tra cinema e teatro non si incentra soltanto sulla storia ma anche e soprattutto sugli aspetti formali. 

Il film racconta la vita quotidiana di una compagnia teatrale operante a Parigi durante l’invasione nazista del 1943 e del coraggio di attori e spettatori nel frequentare il teatro per via del coprifuoco. L’ultimo metrò è appunto l’ultima corsa verso casa prima del divieto di circolare per le strade notturne di una Parigi deserta. 

Ingresso libero fino ad esaurimento posti. 

 
Commenti (0)
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati ()

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus