seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » musica&spettacolo » Termini Imerese si prepara al Carnevale e... Sciacca, perde ancora una ...
OkNotizie
 0 commenti  |  
A+ A-
 

Termini Imerese si prepara al Carnevale e... Sciacca, perde ancora una volta il suo...

Musica, cabaret, sfilate e coriandoli animeranno la cittadina Termitana

di Valentina Sarri
musica&spettacolo | Da domenica 3 a martedì 12 febbraio 2013 si svolgerà la prossima edizione del Carnevale Termitano, il più antico di Sicilia che si svolge sin dal 1876. La manifestazione è organizzata dal Comune di Termini Imerese in collaborazione, per il terzo anno consecutivo, con l’agenzia Feedback di Palermo.

 “Nonostante gli ingenti tagli ai finanziamenti pubblici – ha spiegato Salvatore Burrafato, sindaco di Termini Imerese – abbiamo scelto di non interrompere la tradizione del Carnevale proprio nell’anno in cui sono partiti a Termini Imerese i lavori per la realizzazione della scuola della cartapesta che contribuirà a valorizzare questa antica arte e tradizione legata al territorio oltre che la preziosa attività dei nostri maestri cartapestai. Dovremo riuscire, quindi, a realizzare comunque la manifestazione con circa un terzo dei fondi a disposizione rispetto a quelli stanziati lo scorso anno. Abbiamo chiesto, quindi, a tutti di fare un sacrificio per fare sì che la manifestazione si svolgesse comunque e per non privare la città di un’occasione di svago, promozione del territorio e lavoro per le sue attività commerciali”.

Gli ingredienti sono sempre gli stessi, due vecchietti piuttosto arzilli, un notaio mattacchione e un curioso testamento che fa più ridere che piangere. Non solo carri al Carnevale di Termini Imerese. Accanto alle tradizionali costruzioni in cartapesta, ci sono anche i gruppi mascherati, coloro che hanno il compito di ballare a più non posso, di animare con i colori dei loro costumi le strade della città. Insomma, di portare il divertimento tra le migliaia di spettatori che ogni anno non perdono l’appuntamento con la rassegna.

La manifestazione - Si aprirà lunedì 4 febbraio con la cerimonia di consegna delle chiavi della città da parte del sindaco di Termini Imerese, Salvatore Burrafato, al Nannu ca’ Nanna, le maschere storiche del Carnevale Termitano. Lunedì 4 febbraio si svolgerà la presentazione ufficiale del primo francobollo dedicato al Carnevale Termitano, la cui emissione è stata autorizzata dal Ministero dello sviluppo economico. Il francobollo ordinario, del valore di € 0,70, è appartenente alla serie tematica “il Folclore italiano” e sarà presentato alle ore 16,30 alla Chiesa SS. Maria della Misericordia di Termini Imerese dove sarà disponibile anche, per l’intera giornata, l’annullo postale dedicato alla manifestazione. 

E sicuramente da non perdere la caccia al tesoro più strampalata dell'Isola: Forma una squadra di 4 persone, scatta una foto e pubblicala su Facebook. Le foto delle squadre più votate parteciperanno alla gara che si svolgerà nell’intera giornata di domenica 10 febbraio. Con la tua squadra dovrete affrontare prove a tappe secondo le indicazioni che saranno contenute in buste chiuse. Un percorso stravagante tra le vie della città vi condurrà al tesoro finale.Tanti i premi i palio per i vincitori. 

Sciacca invece piange - Ma per un paese che festeggia, un altro "piange": il comune di Sciacca ha deciso di rinunciare ad organizzare l'edizione 2013 del Carnevale.

La notizia è stata annunciata ieri dal sindaco Fabrizio Di Paola. «L'assessorato regionale al Turismo - ha detto - ci ha comunicato che non potrà erogare il finanziamento di sua competenza, circa centomila euro, e noi da soli non possiamo sobbarcarci un investimento che riteniamo eccessivo» Dopo l’edizione annullata del 2012 un’altra delusione per tutti gli affezionati di questa popolare manifestazione, soprattutto delusione dalle maestranze locali :«siamo amareggiati», ha commentato Francesco Bivona, costruttore di carri allegorici.

L'assessore Salvatore Monte, colui che da direttore artistico ha coordinato l'ultima vera edizione della manifestazione, quella del 2011, ha comunque fatto sapere che sarà organizzato lo stesso un festival mascherato, ma senza sfilate di carri, per la prossima estate:” “L’idea di vivere un buon evento estivo, più articolato rispetto a quello del 2012, mi da la grinta per dire alla città: ci saremo. Lascio da parte la critica politica che ampiamente mi dovrà essere fatta ma, con il cuore in mano, ammetto che senza i fondi regionali, per l'edizione pensata ad aprile, sarebbe stato impossibile”. “Confido nella regione Siciliana – dice ancora - confido in questo assessore assente che per logica e per natura ama l’arte e confido che la notte del 30 Aprile questa città abbia il giusto peso all’interno del Bilancio Regionale”. “Sono molto rammaricato – conclude - non lo nascondo perché amo questa festa e perché in essa vedo un rilancio”. 
 
Commenti (0)
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati ()

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus