seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » politica » A 'tavola' si discute di campagna elettorale ...
OkNotizie
 0 commenti  |  
A+ A-
 

A 'tavola' si discute di campagna elettorale

Bersani e Renzi a pranzo per discutere delle prossime elezioni

di Leandra Di Caccamo
politica | Dopo lo scontro delle Primarie PD che ha visto Matteo Renzi sconfitto ed il botta e risposta dialettico successivo, pare che tra quest’ultimo e Bersani sia tornato il sereno. Lo dimostra il pranzo tra i due, avvenuto nel week end appena trascorso a Roma.

Temi dell’incontro - Argomento centrale della discussione riguarda il listino: i posti che il sindaco di Firenze, sarebbe riuscito ad ottenere sono 17. Ma ancora non è chiaro come Renzi sosterrà Bersani nella campagna elettorale per le votazioni di febbraio. «Dopo le primarie, ho mantenuto la parola data, in lealtà. Sarà bello il giorno in cui la coerenza di un uomo politico non farà più notizia», dichiara su Facebook Renzi. 
«In questi giorni ho ricevuto critiche anche da amici per aver mantenuto, dopo le primarie, il comportamento che avevo annunciato: no correnti, lealtà, rispetto. Sarà un gran giorno quello in cui i commentatori italiani smetteranno di stupirsi se un politico mantiene la parola data in campagna elettorale. La credibilità si costruisce anche così». 

Bersani trae le somme dell’incontro - A conclusione dell’incontro Bersani ha dichiarato che Renzi avrà sicuramente un ruolo nella sua campagna elettorale:“La nostra forza è essere un grande partito popolare e pluralista, con tanti protagonisti, c'è una sintesi che cerchiamo di portare fuori dal politicismo, sulle cose reali, la moralità pubblica, il lavoro, il welfare. Questo è un grande partito popolare, è un collettivo che trova una sintesi, che non è attaccato a una persona sola, ma esprime sintesi politiche dentro la società” 

Renzi - Anche per il primo cittadino toscano, quest'incontro si è rivelato molto positivo.
“È normale che in un partito come il Pd, chiusa la vicenda delle primarie si parli della campagna elettorale. Quando finiscono le primarie si possa stare in un partito anche se si perde? Assolutamente sì, vedo troppa gente pronta a scappare con il pallone in mano, io non sono fatto così. Dovevo capire cosa ci faceva il tacchino sul tetto, lui me l'ha spiegato e adesso sono felice...”. 
 
Commenti (0)
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati (0)

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus