seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » politica » Ad un mese dal voto: facciamo chiarezza (seconda parte) ...
OkNotizie
 0 commenti  |  
A+ A-
 

Ad un mese dal voto: facciamo chiarezza (seconda parte)

Sono pronte le liste dei candidati alle elezioni del 24-25 febbraio prossimi: parliamo del centro di Mario Monti

di Leandra Di Caccamo
politica |
In questo periodo di campagna elettorale pressante, i futuri elettori sono stati sottoposti all’ascolto di diversi nomi e dei vari programmi elettorali. Facciamo chiarezza sui vari schieramenti. 

LE COALIZIONI – La candidatura di Mario Monti verrà appoggiata da partiti quali Futuro e Libertà di Gianfranco Fini, Democrazia è Libertà di Francesco Rutelli, e l'Udc di Pier Ferdinando Casini. 
Inoltre Monti gioverà dell’appoggio del Ppe, Partito Popolare Europeo, che è invece completamente sfavorevole alla ricandidatura di Silvio Berlusconi. 

Candidati ufficiali - Sono 400 i nomi dei candidati alla lista di Mario Monti. Tutti i candidati de La lista "Scelta civica - Con Monti per l'Italia" possiedono le caratteristiche richieste da Monti per essere candidati. 
Non sono mai stati parlamentari, né sono stati oggetto di condanna o coinvolti in processi penali. Nella lista sono presenti donne, uomini e molti giovani. 
Sono presenti, inoltre, nomi di giornalisti come Mario Sechi, ex direttore del Tempo. 

Nel salotto di Ballarò - Mario Monti ospite del talk show di Giovanni Floris non si tira indietro nell’esprimere liberamente i suoi pensieri verso i suoi “rivali politici”. 
“Se vince tanto di cappello, ma il disastro sarà per noi italiani” ha detto il Professore parlando di Silvio Berlusconi.

Per quel che riguarda la sinistra ha detto il leader di Scelta Civica, “Bersani è una persona seria, è simpatico ma è in una coalizione con chi vede l’Italia non come una penisola, ma come un’isola. Si illude di poter governare con le persone che erano in questo studio”, riferendosi a Nichi Vendola e Susanna Camusso. 
Monti ha espresso "Grande sfiducia" nei confronti di entrambe le coalizioni, ma poche ore prima della puntata aveva specificato: "Apprezzo il Pd e Berlusconi ha torto a dire che Bersani è comunista".
 
CAMBIARE L’ITALIA, RIFORMARE L’EUROPA UN’AGENDA PER UN IMPEGNO COMUNE - Il Paese dovrà continuare l’impegno per il risanamento dei conti pubblici per ridurre lo stock del debito pubblico e facendo ciò ridurre le tasse diventa una soluzione possibile.
Una pubblica amministrazione più agile, più efficiente, più trasparente. Usare meglio i fondi strutturali europei. Eliminare gli sprechi, valorizzare gli investimenti produttivi. La credibilità dell’Italia nel mondo aiuta le imprese ad aprirsi nuove porte. Bisogna prendere sul serio l’istruzione, la formazione professionale e la ricerca.

 
Commenti (0)
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati (0)

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus