seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » politica » Antinoro condannato a 6 anni per voto di scambio e mafia ...
OkNotizie
 0 commenti  |  
A+ A-
 

Antinoro condannato a 6 anni per voto di scambio e mafia

In primo grado la condanna era stata di 2 anni e 2 mesi. Riconosciuta l'aggravante di agevolazione della mafia

di L.C.
politica | Antonello Antinoro, assessore regionale ai Beni Culturali con la giunta Lombardo nel 2008-2009 è stato condannato, in Appello, a 6 anni. Il politico, oggi euro deputato con il Pid, è stato inoltre condannato all’interdizione perpetua dai pubblici uffici. 
Pesante la condanna per Antinoro che in primo grado era stato condannato a 2 anni e 2 mesi; in quel caso non era stata riconosciuta, cosa avvenuta oggi, l’aggravante dell’agevolazione della mafia.

L’inchiesta che vede coinvolto Antinoro ha portato alla luce rapporti che il politico avrebbe avuto con esponenti del clan palermitano di Resuttana; si sarebbe infatti rivolto a loro per la compravendita di voti, il periodo fa riferimento alle elezioni regionali del 2008. Secondo l’accusa, il politico avrebbe incontrato 3 esponenti di cosa nostra: Antonino Caruso, Agostino Pizzuto e Vincenzo Troia, con cui avrebbe pattuito la cifra di 50 euro per ogni voto acquistato. 
In primo grado non era stato provato che Antinoro fosse a conoscenza dell’appartenenza dei 3 alla cosca di Resuttana, nell’incontro avrebbe comunque promesso il pagamento di una cifra che oscilla tra i 3 ed i 5 mila euro, considerando il prezzo di 50 euro per voto, sarebbero almeno 60 i voti incriminati. 

La Corte d’Appello ha oggi deciso di convalidare l’accusa di scambio elettorale politico-mafioso che in primo grado era decaduta; Antinoro si era infatti difeso dicendo che non sapeva che le persone incontrate fossero appartenenti ai clan.
 
Commenti (0)
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati ()

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus