seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » politica » Assessorato al Lavoro occupato da una quarantina di lavoratori Gesip ...
OkNotizie
 0 commenti  |  
A+ A-
 

Assessorato al Lavoro occupato da una quarantina di lavoratori Gesip

Crocetta: "Isolare i facinorosi, siamo al limite di un comportamento mafioso"

di N.L.
politica | Assessorato occupato da lavoratori Gesip - Nonostante gli sforzi congiunti del Comune di Palermo, della Regione Sicilia e del Ministero del Lavoro affinché si risolvessero in un lieto fine le sorti della Gesip, oggi si è verificato un grave episodio di violenza da parte di alcuni lavoratori della stessa società. A denunciarlo è stato proprio il governatore Rosario Crocetta sulla sua pagina Facebook. Infatti stamattina, intorno alle 9, una quarantina di dipendenti della Gesip si è introdotta all'interno dell'assessorato al Lavoro violando le porte di sicurezza, facendo scattare l'allarme, urlando e pretendendo che venissero firmati gli assegni – che in ogni caso dovranno essere erogati dall'Inps – per il pagamento della cassa integrazione stabilita lo scorso giovedì a Roma

Il commento di Crocetta - Il Presidente della Regione Crocetta ha invitato le forze ordine a una più ampia vicinanza per garantire il sereno svolgersi della vita delle istituzioni, isolando così i facinorosi, e ha commentato così l’episodio: “Trovo assurdo che chi viene garantito dalle istituzioni risponda in questo modo alle istituzioni stesse. Probabilmente questi signori non hanno capito che se questo continuerà ad essere il loro linguaggio, cioè quello della violenza, la disponibilità della Regione e delle parti sociali, potrà venire meno, perché è totalmente inammissibile venire incontro nei confronti di chi, al limite di un comportamento mafioso, pensa che tutto gli è dovuto”.
 
Commenti (0)
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati (0)

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus