seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » politica » Berlusconi: interdizione a vita dai pubblici uffici e condanna a 7 ...
OkNotizie
 0 commenti  |  
A+ A-
 

Berlusconi: interdizione a vita dai pubblici uffici e condanna a 7 anni

I giudici del tribunale di Milano hanno reso più pesanti le richieste del pm che condannavano a 6 anni l'ex premier

di Luca Castrogiovanni
politica | E’ arrivata dopo 7 ore di camera di consiglio la sentenza dei giudici del tribunale di Milano per il processo Ruby.
Silvio Berlusconi è stato condannato a 7 anni di carcere oltre all’interdizione perpetua dai pubblici uffici

La richiesta del pm era la condanna a 6 anni, 5 per la concussione e 1 per prostituzione minorile; l’aggravamento della pena è dovuto alla rimodulazione dell’accusa da induzione in concussione per costrizione, considerando come “violenza morale” le telefonate ai poliziotti. 
Dalla sentenza potrebbe anche scaturire l’accusa di falsa testimonianza per due parlamentari Pdl, Maria Rosaria Rossi e Licia Ronzulli; rischiano la stessa accusa anche Mariano Apicella, il consigliere di Berlusconi Valentino Valenti, a Parigi con l’ex premier durante la telefonata in questura e Giorgia Infrante, commissario di polizia che dopo quella telefonata affidò a Nicole Minetti la “nipote di Mubarak” Karima el Mahroug, nota come Ruby
Per la ragazza i giudici hanno disposto la confisca dei beni. 

La difesa aveva chiesto l’assoluzione in quanto non si sarebbero mai svolti rapporti sessuali durante le feste organizzate nella villa di Arcore, la telefonata in questura fu solo un atto umanitario, non vi fu nessun reato di induzione (concussione) verso gli agenti di polizia. L’avvocato Ghedini, uno dei difensori di Berlusconi nonché parlamentare Pdl, ha annunciato che ricorrerà in Appello oltre che in Cassazione.

Inevitabili le reazioni del mondo politico, duri i commenti degli esponenti del partito dell’ex premier; l’avvocato Ghedini parla di sentenza largamente attesa e che questo processo non si doveva svolgere a Milano, gridano al colpo di Stato alcuni onorevoli, che “non è giustizia ma uno schifo” è invece il commento della Santanchè, mentre Cicchitto oltre alle accuse ai magistrati, lancia messaggi su possibili crisi politiche che la sentenza potrebbe avere. 

La tesi accusatoria di Ilda Boccassini e del pm Antonio Sangermano descrive come le feste fossero un “sistema prostitutivo organizzato per il soddisfacimento sessuale di Silvio Berlusconi”, che l’ex premier fosse a conoscenza che Ruby era minorenne e che la giovane aveva “fatto sesso con Berlusconi ricevendone dei benefici”
 
Commenti (0)
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati (0)

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus