seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » politica » Due manifestazioni Gesip in due giorni e viabilità compromessa ...
OkNotizie
 0 commenti  |  
A+ A-
 

Due manifestazioni Gesip in due giorni e viabilità compromessa

Possibile tavolo a Palazzo d’Orleans tra Regione, Sindaco e Prefetto

di Natalia Librizzi
politica | Gli operai della Gesip, nella mattinata di ieri, 18 febbraio 2013, sono scesi in piazza a Palermo. Davanti alla sede della Ragioneria generale del Comune, infatti, i dipendenti dell’azienda hanno protestato al fine di ricevere informazioni circa le posizioni di Palazzo d’Orleans da un lato, e quelle di Palazzo delle Aquile dall’altro sul piano elaborato da Orlando. 

Scontro istituzionale - Secondo quanto afferma la Regione, il piano “fondato sulla combinazione di politiche attive e passive, in vista di una ricollocazione nel mondo produttivo anche grazie a specifici e mirati percorsi formativi” non sarebbe ancora giunto sul tavolo di Crocetta; secondo quanto afferma, invece, il sindaco di Palermo il piano sarebbe giunto a destinazione già l’11 febbraio, dopo l’accordo siglato coi sindacati e una nota dell’amministrazione comunale lo ricorda: “Il sindaco tra ha incontrato il ministro del Lavoro Elsa Fornero e ha avuto dei colloqui telefonici con il segretario generale del dicastero Matilde Mancini e con il direttore generale dell'Inps Mauro Nori, in merito alla situazione dei lavoratori ex Gesip. Da parte di tutti ha ricevuto la conferma del sostegno al piano presentato nei giorni scorsi e sottoscritto da tutte le Organizzazioni sindacali, e ha ricevuto la conferma della necessità di individuare, d'intesa con la Regione, forme di sostegno al reddito dei lavoratori fino al 2 maggio, quando potranno riprendere le attività ed i servizi alla città”. 

Un’altra grande manifestazione e traffico paralizzato - Queste posizioni discrepanti e questo rimpallo di responsabilità hanno portato gli operai della Gesip e tutte le sigle sindacali a proclamare in data 19 febbraio un altro corteo. La manifestazione è partita alle 9 da piazza Pretoria e si è snodata verso la Presidenza della Regione, passando per corso Vittorio Emanuele e piazza Vigliena (detta i “Quattro Canti”, dove alcuni sindacalisti sono intervenuti in favore dei 1805 operai dell’azienda) e causando gravi disagi alla viabilità. A guidare i quasi 600 lavoratori presenti una vettura dalla quale si alzavano slogan contro i politici siciliani e il Prefetto Umberto Postiglione; sono stati, inoltre, deturpati alcuni cartelloni elettorali di Rivoluzione Civile del sindaco Leoluca Orlando. 

Sit-in a Palazzo d’Orleans e possibile tavolo tra i vertici - Alle ore 11.00 il corteo è arrivato a piazza Indipendenza e i circa 400 manifestanti rimasti hanno presidiato Palazzo d’Orleans (le cui strade adiacenti sono state chiuse al traffico), chiedendo un incontro con il presidente della Regione, Crocetta, incontro auspicato anche dal sindaco. Le ultime indiscrezioni vogliono, infatti, che il Prefetto si sia recato a Palazzo d’Orleans proprio per questo. Aspettiamo, quindi, note ufficiali da parte dell’amministrazione comunale e dalla Regione. 


 
Commenti (0)
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati (0)

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus