seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » politica » Formazione siciliana di nuovo nei guai Crocetta chiede lo ...
OkNotizie
 0 commenti  |  
A+ A-
 

Formazione siciliana di nuovo nei guai Crocetta chiede lo scioglimento del Ciapi

La Guarda di Finanza denuncia 40 persone, 12 i politici coinvolti: l'indagine è scattata dalla relazione dell'OLAF che ha definito l'ente 'poco trasparente'

di Luca Castrogiovanni
politica | Sarebbero 40 le persone indagate dalla Guardia di Finanza, tra loro 12 i politici coinvolti
Negli ultimi giorni di campagna elettorale la politica regionale viene scossa dall'ennesimo scandalo sulla formazione, questa volta è il Ciapi l'ente coinvolto. Tra le accuse c'è quella di finanziamento illecito ai partiti, scarsa trasparenza nei criteri di assunzione, appalti pubblicitari pilotati verso società collegate
Tutto parte dalla relazione dell'OLAF, l'ufficio europeo antifrode che nel 2009 si è occupato di mettere al setaccio i conti del grande ente di Formazione, definendolo poco trasparente. 
Nulla di nuovo. 

Allo scandalo sul Ciapi si legherebbe anche l'inchiesta sui Grandi Eventi; sarebbero infatti coinvolti alcuni soggetti indagati già lo scorso luglio dalla magistratura per turbativa d'asta e corruzione, nell'assegnazione degli appalti pubblicitari per gli eventi in Sicilia. L'indagine della Guardia di Finanza ha evidenziato che nel caso del Ciapi, gli appalti per la pubblicità venivano affidati in maniera diretta (per importi non elevati non è prevista l'istituzione di bandi) sempre alle stesse società, attualmente le persone sono state denunciate, eventuali ordini giudiziari potrebbero essere emessi nei prossimi giorni visto che il fascicolo è stato trasmesso alla magistratura. 

Il presidente Crocetta ha affermato che chiederà subito lo scioglimento, il Ciapi è sotto osservazione da diverso tempo, in realtà dopo la relazione degli ispettori europei l'ente è stato commissariato e l'accreditamento revocato. 

L'ennesimo scandalo nelle istituzioni siciliane evidenzia come la storia si ripeta, ma forse è il caso di dire che la storia rimane sempre uguale.
 
Commenti (0)
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati ()

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus