seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » politica » Gesip, in duecento a Roma per difendere il posto di lavoro ...
OkNotizie
 0 commenti  |  
A+ A-
 

Gesip, in duecento a Roma per difendere il posto di lavoro

Mentre si discutono le sorti dell'azienda a Palazzo Chigi, gli operai assediano la Capitale

di Claudia Guarino
politica | E’ iniziato, da circa un’ora, a Roma, il tavolo tecnico che il sindaco Orlando era riuscito ad ottenere da parte del Governo, lo scorso 6 settembre, dopo gli ultimi “tafferugli Gesip” che immobilizzavano la città di Palermo. La capitale, che in questo momento sta ospitando il primo cittadino palermitano, insieme agli assessori alle Aziende e al Bilancio Cesare La Piana e Luciano Abbonato, per discutere sull’assetto finanziario del capoluogo siciliano e sulla situazione precaria dei lavoratori Gesip è, però, stata assediata dagli stessi operai dell’azienda che gestisce i servizi degli impianti pubblici a Palermo, che hanno paralizzato il traffico delle vie principali del centro. L’Agenzia di mobilità di Roma, infatti, avvisa i cittadini della capitale che “a causa di una manifestazione, via del Corso è chiusa al traffico nella tratta largo Chigi- piazza Venezia; I bus sono deviati su via Nazionale-Traforo; il traffico è congestionato in centro”. 

Da Palermo a Roma per difendere il posto di lavoro - Sono partiti ieri pomeriggio da piazzale Giotto a Palermo, i duecento manifestanti che, divisi in quattro pullman, hanno puntato in direzione Palazzo Chigi, per difendere a tutti i costi i loro posti di lavoro. Davanti alla Camera, infatti, sotto l'occhio delle forze dell'ordine, un sit-in di lavoratori inalbera bandiere e striscioni, alternando gli slogan in favore del lavoro alla protesta con i fischietti. Una Roma sotto assedio, dal momento che nelle stesse ore, anche i dipendenti di un’altra azienda, quelli dello stabilimento sardo della multinazionale Alcoa, protestano per la chiusura della fabbrica che ha lasciato senza lavoro circa 800 operai, invadendo le strade romane con un corteo che rischia a momenti uno scontro ravvicinato con le forze dell’ordine. 

Perché il tavolo tecnico? - Tornando alla vicenda Gesip, oggi, al tavolo tecnico, il sindaco Orlando chiederà, come prima cosa, che vengano rilasciati i 5 milioni di euro che sbloccherebbero il pagamento degli stipendi arretrati, permettendo ai dipendenti Gesip di tirare avanti per un altro mese. Altro obiettivo dell’incontro, data la situazione finanziaria del capoluogo siciliano, è quello di chiedere un aiuto economico per ripristinare le casse comunali a rischio default ormai da mesi. Si attende, quindi, a momenti, la sorte dei 1.800 precari Gesip che, forse, dopo la riunione di questa mattina, porterà all’ esodo di quest’interminabile vicenda.
 
Commenti (0)
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati (0)

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus