seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » politica » Giulia Adamo (UDC) contro Lombardo: "Dati non veritieri sul bilancio ...
OkNotizie
 4 commenti  |  
A+ A-
 

Giulia Adamo (UDC) contro Lombardo: "Dati non veritieri sul bilancio sanitario nazionale"

Caos sanità per la Regione Sicilia

di Claudia Guarino
politica | Qualche giorno fa, la Corte dei Conti si è espressa, in maniera al quanto negativa, in merito al bilancio della spesa sanitaria della Regione Sicilia. Giusto per fornire qualche dato: “La spesa per l'assistenza sanitaria ospedaliera convenzionata si è attestata, nel 2011, a 688 milioni, con un incremento di 21 milioni di euro. Di pari passo aumenta, di circa 24 milioni di euro, anche la spesa per l'assistenza specialistica convenzionata”. Lo ha affermato il procuratore generale d'appello della Corte dei Conti, Giovanni Coppola, nel corso dell'udienza pubblica del giudizio di parificazione del rendiconto generale per l'esercizio 2011. Secondo Coppola, nel complesso, i dati della spesa per la sanità in Sicilia, risalenti al 2011, ammonterebbero a 9 miliardi e 421 milioni di euro, con un incremento rispetto all’anno precedente di 519 milioni. 

Cifre allarmanti - I numeri emersi, suscitano preoccupazione all’interno della commissione parlamentare regionale. A far sentire la propria voce è il capogruppo dell’Udc all’Ars, Giulia Adamo che avendo appreso, dai comunicati del ministero della Sanità, le dichiarazioni e i dati trasmessi riguardo alla spesa sanitaria della regione Sicilia, si scaglia contro il governatore della Regione Raffaele Lombardo e l’assessore alla Salute Massimo Russo – accusati dalla stessa di non aver fornito dati reali e veritieri sul bilancio sanitario regionale - e chiede al presidente dell’Ars, Francesco Cascio, la loro immediata convocazione in aula per discutere sul Piano di rientro della Sanità siciliana: “Apprendiamo dalla lettura dagli ultimi due comunicati diramati dal Ministero della Salute - Tavolo tecnico per la verifica degli adempimenti previsti dal Piano di Rientro Sanitario - che gli obiettivi prefissati dal Piano non soltanto non sono stati ad oggi tutti rispettati ma che, addirittura ed al di là delle trionfalistiche dichiarazioni dell’assessore Massimo Russo, il Governo regionale è reo di irresponsabili (false) promesse e di gravi omissioni, financo nella trasmissione al medesimo organismo di vigilanza dei dati indispensabili per la verifica degli adempimenti relativi agli anni 2008, 2009 e 2010”. Questo l’incipit della lettera inviata dall’on. Adamo e dagli altri onorevoli del gruppo Udc all’assemblea regionale, per far luce su quanto è stato dichiarato dall’assessore Russo al Tavolo tecnico del Ministero. 

Attacco a 360° - La dura critica mossa dall’on. Adamo continua, nel corso della missiva, e tocca diversi temi tra cui le carenze sulle erogazioni dei LEA (livelli essenziali di assistenza), soprattutto per quanto riguarda l’assistenza territoriale, e si conclude con la richiesta di convocazione in Aula, circa i numerosi e preoccupanti rilievi mossi dal Tavolo tecnico, del presidente Lombardo e dell’assessore Russo: “Tenuto conto che dei dati relativi agli anni dal 2008 al 2011, diffusi sia dalla Ragioneria Generale dello Stato che dal Ministero della Salute, emerge una preoccupante lievitazione della spesa sanitaria regionale senza che sia in alcun modo visibilmente migliorata la qualità dei servizi erogati ai cittadini, e considerato altresì il costante richiamo del tavolo tecnico del Ministero al rispetto degli impegni assunti sia col Piano di Rientro che col Piano operativo 2010-2012, i sottoscritti deputati del gruppo Unione di Centro chiedono all’On.le Presidente dell’Assemblea di convocare con la massima sollecitudine il Presidente della Regione e l’Assessore Massimo Russo affinché riferiscano in Aula circa i numerosi e preoccupanti rilievi mossi dal Tavolo tecnico”.
 
Commenti (4)
scritto da Andrea il 03-07-2012 15:59:04
 
Complimenti, come al nostro solito invece di progredire e migliorare, facciamo soltanto passi indietro..anche nella sanità
scritto da Giusy il 03-07-2012 17:50:40
 
Storicamente nella sanità siciliana si son fatte le peggio porcate!!!!!
scritto da Dario il 03-07-2012 18:07:49
 
L'incremento di 519 milioni rispetto all'anno precedente è veramente scandaloso. Fino a quando i "Manager" della sanità non penseranno veramente da Manager e non saranno nominati seguendo il criterio della meritocrazia anzicchè dell'appartenenza politica, nulla potrà cambiare.
scritto da terenzio il 03-07-2012 19:15:41
 
Dario ha centrato il punto ........e cmq dico sempre che se le leggi (che abbiamo già ) venissero applicate le porte dell' ucciardone si aprirebbero e abbraccerebbero tanti gentiluomini della NS politica.
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati (0)

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus