seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » politica » Il Muos sbarca su Servizio Pubblico e Report ...
OkNotizie
 0 commenti  |  
A+ A-
 

Il Muos sbarca su Servizio Pubblico e Report

Stasera le mamme no-muos ospiti da Santoro. Niscemi si prepara allo sciopero generale del 31 maggio

di Luca Castrogiovanni
politica | Non è mai troppo tardi. 
A Niscemi si lotta contro il Muos da diversi anni, ma solo nell’ultimo periodo la questione legata all’indesiderato sistema radar ha assunto consensi e visibilità in ambito regionale. Alla manifestazione dello scorso 30 marzo non c’erano solo i niscemesi a ribadire il loro no, tantissimi i siciliani giunti da tutta l’isola, diverse le presenze di persone proveniente dal resto d’Italia. 

Questa settimana saranno due le trasmissioni che daranno spazio alla lotta del comitato; stasera sarà Servizio Pubblico ad occuparsi del caso Muos, ospiti di Santoro saranno le Mamme No-muos, domenica sarà invece la volta di Report. Giusto ed importante avere questa visibilità, visto che in effetti il Muos è un problema non solo siciliano ma italiano. 
Da un lato la popolazione e la regione schierate contro il sistema radar, dall’altro lo Stato italiano che la regione Sicilia l’ha portata in tribunale, presentando ricorso contro le revoche delle autorizzazioni votate dall’ars. La volontà dello Stato resta dunque quella di ignorare le richieste dei suoi “figli”, anteporre interessi di natura diplomatica al diritto alla salute e alla pace che le persone invocano. Mario Mauro, attuale ministro della Difesa, ha sposato la linea del vecchio esecutivo, dichiarando che il Muos è d’interesse nazionale, quindi anche questo governo intende dare ascolto agli interessi piuttosto che ai cittadini. 

E come dimenticare la dura repressione che lo Stato ha attuato nei confronti degli attivisti: fogli di via, denunce, arresti, pestaggi durante i blocchi sono la peggiore risposta che uno Stato possa fornire. Intanto, dopo aver ignorato per mesi le leggi siciliane, gli Usa annunciano lo stop ai lavori, probabile segno che ormai “il grosso è fatto”. 

A Niscemi non si è mai smesso di lottare nonostante le tante rassicurazioni (ed anche gesti concreti) giunti in questi mesi, iniziative sono previste per i prossimi giorni. 
Il 31 maggio ci sarà lo sciopero generale della città per ribadire il no al sistema satellitare, nei giorni precedenti, incontri, dibatti, spettacoli ed eventi prepareranno a questo importante appuntamento.
 
Commenti (0)
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati (0)

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus