seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » politica » La Sicilia è la regione più povera d’Italia, però... ...
OkNotizie
 7 commenti  |  
A+ A-
 

La Sicilia è la regione più povera d’Italia, però...

Metà delle famiglie non arriva a fine mese, ma i SUV non sono mai spariti dalle strade...

di Luca Castrogiovanni
politica | Dopo i dati diffusi qualche giorno fa dal servizio Statistica della Regione che vedono la Sicilia come la regione più povera d’Italia, anche l’ultimo rapporto Istat non porta buone nuove. 
Nell’isola il 27,3% della popolazione vive sotto la soglia di povertà relativa, non incoraggiante il dato che la popolazione diventa sempre più anziana; i problemi di crescita, ancora più accentuati dalla crisi, spingono i giovani a cercare fortuna altrove. 

I dati Istat confermano questa tendenza, anzi aggravano il quadro delineando una situazione molto grave; secondo il noto istituto, sarebbe quasi la metà delle famiglie siciliane ad avere difficoltà per arrivare a fine mese, esattamente il 47,6%. I dati vengono avvalorati dalla drammaticità che raggiunge il problema della disoccupazione; pienamente confermati i dati di inizio anno, con un tasso di non lavoratori che raggiunge quasi il 20%, che supera il 35% se si parla di giovani
Ma su questi dati sarebbe forse opportuna una riflessione, di certo non per una questione d’orgoglio. 

I dati ufficiali, che comunque tengono in considerazione i proventi del lavoro nero e dell'evasione, denotano una situazione preoccupante per le famiglie siciliane, che però non giustificano la non proprio bassa percentuale di beni non proprio economici. Soprattutto la provincia offre gli spunti migliori per registrare una dissonanza con i dati sopra riportati, nei piccoli centri è più facile notare come macchine di fascia medio-alta non abbiano abbandonato le strade, la bella stagione poi consente lo sfoggio di moto e barche che di certo non sono beni di prima necessità. Non è la loro presenza a destare sospetto, ma soprattutto la diffusione. 

Più che difendere la Sicilia dalla povertà è su un maggiore controllo da parte dello Stato per controlli severi il punto su cui sarebbe il caso di focalizzare l’attenzione; la lotta all'evasione rientra in quel quadro di legalità ed equità che le Istituzioni devono garantire ai cittadini. Una verifica approfondita potrebbe probabilmente portare a gente che per lo Stato vive di sussidi ma che poi trova nell’evasione il modo di appagare certe esigenze, fatto inaccettabile per una società civile.
 
Commenti (7)
scritto da statistico il 25-05-2013 08:55:06
 
Caro Luca, ti devo sentitamente ringraziare per la riflessione finale sui dati Istat. Infatti il tuo suggerimento di inserire nel modello statistico le variabili per la stima sul lavoro nero e sull'evasione fiscale, per anni sfuggito a studiosi di livello internazionale che lavorano all'istat, rivoluzionerà lo studio di queste tematiche...grazie ;)
scritto da luca il 25-05-2013 10:44:11
 
La richiesta di verifica è ovviamente rivolta agli apparati dello Stato che hanno il potere/dovere di controllare
scritto da statistica il 25-05-2013 16:48:14
 
Gentile Luca, non è necessario chiedere alcuna verifica. E' noto a tutti gli studiosi del settore che nel modello per la stima sulla disoccupazione l'istat tiene in considerazione parametri quali il lavoro sommerso ed altro. Basta leggere l'annuario statistico dell'Istat.
scritto da luca il 25-05-2013 17:06:19
 
Il mio messaggio è che lo Stato deve fare i controlli e recuperare questi soldi, deve lottare l'evasione e il lavoro nero non per un discorso di statistiche, ma perchè è inaccettabile che ci siano evasori che magari si prendono pure i contributi.. Non sto affatto contestando le statistiche, anzi, vista la fotografia che viene fatta, a maggior ragione servono controlli per trovare gli evasori.
scritto da statistico il 25-05-2013 17:15:42
 
La critica si muove in un altra direzione. Ma su questo discorso mi trovi d'accordo.
scritto da luca il 25-05-2013 17:20:57
 
nessuna critica alla statistica, anzi, è anche grazie a questi dati che lavoro nero ed evasione diventano più palesi
scritto da statistico il 26-05-2013 10:54:03
 
Il fatto è che tu scrivi una palese inesattezza cioè: Ai dati ufficiali sfuggono ovviamente i proventi del lavoro nero e dell' evasione fiscale [...]. Non è affatto ovvio perchè invece dentro i dati dell'istat ci sono ovviamente anche quella su lavoro sommerso e nero. Basta leggere l'annuario dell'istat per scoprire cosa includono e come.
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati ()

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus