seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » politica » Messineo: 'La corruzione è un cancro molto esteso' ...
OkNotizie
 0 commenti  |  
A+ A-
 

Messineo: 'La corruzione è un cancro molto esteso'

Il sistema Giacchetto utilizzava vari stratagemmi per pilotare i fondi: false fatturazioni, false compravendite immobiliari e ogni altri tipo di attività illecita

di F.F.
politica | La retata alla Regione che ha scandalizzato la Sicilia nella giornata di ieri, si arricchisce di ulteriori particolari. 

Sotto la regia di Faustino Giacchetto, uomo chiave del sistema di corruzione appena smascherato, prende vita un giro di danaro e corruzione esteso a macchia d'olio; oltre ai politici già citati (che ieri hanno sfilato presso la Procura di Palermo per essere sentiti dai pm) coinvolti anche manager e dipendenti vari
Dalle dichiarazioni dei due pentiti ex collaboratori di Giacchetto, tanti sarebbero i regali messi a disposizione di politici e manager: orologi costosi, viaggi, abbonamenti allo stadio per le partite del Palermo. L'ottenimento di alcuni appalti per società satellite a lui vicine o per altri amici imprenditori, secondo l'inchiesta dei pm palermitani, avveniva in cambio di denaro per funzionari compiacenti e parte del sistema. 
Il Procuratore capo della Repubblica Francesco Messineo, durante la conferenza stampa, indetta ieri pomeriggio spiega: “Le indagini non sono state facili perchè i metodi per acquisire illecitamente questi fondi erano molto sofisticati – chiarisce Messineo – e ogni stratagemma era lecito: false fatturazioni, false compravendite immobiliari ed ogni altro tipo di attività illecita. Il sistema Giacchetto è apparso inquietante perchè è legato anche ai fondi europei che dovrebbero rappresentare una speranza di progresso per la Sicilia, finiti invece nelle mani di persone dedite ad attività improprie. La corruzione è un cancro molto esteso”. 

Non si sono fatte attendere anche le dichiarazioni del governatore Rosario Crocetta, che parla di sospensione immediata di tutti i dipendenti regionali coinvolti: “In relazione alle determinazioni che saranno prese dal Gip, verranno immediatamente presi provvedimenti previsti dalla legge: sospensione immediata dal lavoro per chi è coinvolto nell'inchiesta Ciapi e Turismo
Per alcuni reati ipotizzati dalla Procura di Palermo i provvedimenti prevedono anche il licenziamento”.
 
Commenti (0)
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati (0)

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus