seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » politica » Movida palermitana: ecco l'ordinanza! ...
OkNotizie
 0 commenti  |  
A+ A-
 

Movida palermitana: ecco l'ordinanza!

Tra le varie restrizioni, arriva un'interessante politica anti-inquinamento

di Natalia Librizzi
politica | Se ne parlava già da qualche tempo e finalmente è stata presentata l’ordinanza "movida", frutto di una collaborazione durata alcuni mesi tra gli assessorati delle Attività produttive e della Partecipazione e il sindaco, che non soltanto mira a garantire condizioni di vivibilità nelle aree in cui insistono pub e locali notturni, ma che intenda favorire – spiega il sindaco Orlando – la convivenza tra interessi diversi, spesso in apparente conflitto fra loro, "costruendo un patto tra i cittadini che sono portatori di diverse istanze, garantendo la tutela dei diritti alla vivibilità, al riposo, all'esercizio delle attività economica e al divertimento notturno". 

I tempi, gli orari dell'ordinanza e le sanzioni - L’ordinanza prevede che, dall'1 giugno al 30 settembre, per i titolari di licenze commerciali e di strutture o stabilimenti balneari l'attività di intrattenimento musicale negli spazi di rispettiva pertinenza, aperti al pubblico e preventivamente autorizzati, sarà possibile nei giorni feriali e festivi fino alle ore 24; mentre nei giorni del fine settimana (venerdì e sabato) e prefestivi fino all'una
La sanzione prevista per chi disattenderà l’ordinanza non sarà più soltanto la classica multa, variabile da 250 a 500 euro, ma anche 5 giorni di sequestro dell'impianto musicale

Finalmente un'ordinanza anti inquinamento - E a proposito di musica, i titolari di licenze commerciali e i titolari di stabilimenti balneari, così come già avviene per le discoteche, dovranno essere dotati di apparecchiature idonee a limitare la potenza delle emissioni sonore facendo diventare quindi obbligatori i cosiddetti limitatori e caldeggiando una politica anti inquinamento che si sviluppa anche nell'introduzione del divieto, dalle 24 alle 7 del mattino, della vendita per asporto di bevande contenute in vetro o lattina. L’assessore alle Attività produttive Di Marco spiega che la limitazione si applicherà a tutte le bevande, alcoliche e non, perché il tema affrontato "non è solo quello dell'abuso di alcool ma anche quello dell'abbandono incontrollato di vetro e alluminio, che costituisce un pericolo per l'incolumità pubblica". 
Ai commercianti, infatti, sarà richiesto il massimo rispetto della disciplina in materia di raccolta differenziata dei rifiuti assicurando, inoltre, la pulizia delle aree antistanti l'esercizio in quanto interessate dagli effetti dell'attività commerciale. 

Tutti contro gli abusivi - Infine l’ordinanza prevede una dura lotta contro l’abusivismo commerciale, "che non solo danneggia gli operatori commerciali che lavorano in regola – ha detto Orlando – ma costituiscono un pericolo per la salute degli avventori, operando in modo del tutto al di fuori delle norme sanitarie". Anche per questo alla Polizia Municipale è stato chiesto di intensificare i controlli soprattutto nel centro storico, provvedendo non solo all'irrogazione delle sanzioni, ma soprattutto al sequestro della merce detenuta in locali abusivi e alla chiusura degli stessi. 

Per gli assessori Di Marco e Catania, il risultato raggiunto è senza dubbio di qualità e "pone Palermo al livello di tutte le grandi città che vogliono valorizzare i propri luoghi di aggregazione e vogliono farlo nel rispetto della vivibilità e dei diritti di tutti". E il sindaco Orlando non ha nascosto la soddisfazione per un risultato che qualche mese fa sembrava irraggiungibile. "Con questo provvedimento – afferma – abbiamo gettato le basi per coniugare tre diritti: quelli dei residenti e della vivibilità delle aree; quelli dei commercianti che vogliano svolgere le proprie attività in regola e senza la concorrenza sleale degli abusivi; quelli di chi vuole divertirsi e avere forme di svago in città". 

Non ci resta che aspettare per vedere se quest’ordinanza avrà davvero un impatto positivo sulla movida palermitana.
 
Commenti (0)
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati (0)

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus