seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » politica » Muos – A Niscemi la festa dei diecimila ...
OkNotizie
 0 commenti  |  
A+ A-
 

Muos – A Niscemi la festa dei diecimila

Il lungo corteo ha sfilato pacificamente fino all'ingresso della base Usa. Crocetta annuncia lo stop definitivo, i comitati chiedono che le 46 antenne vengano smantellate

di Luca Castrogiovanni
politica | MUOStrosamente stanco, ma felice.
Riporto fedelmente il mio primo post sui social-network al termine della manifestazione nazionale contro il Muos, giornata densa di significati che etichettare solo come di protesta può risultare riduttivo. 
E' stato un momento in cui si sono stati messi al centro argomenti spesso trascurati come il rifiuto delle guerre ed il diritto alla salute; e per una volta la politica (anche se a rilento) ha ascoltato e sostenuto le richieste di una collettività (fatto raro in Italia) che ha comunque dovuto lottare aspramente per giungere a questo risultato. 
Si è riusciti ad evitare quelle imposizioni dall'alto cui spesso siamo stati abituati e la presenza a Niscemi dei No-Tav e No dal Molin ci ricordano come certe questioni non riguardino solo la Sicilia. 

Numeroso e pacifico
Si può riassumere con queste parole il corteo sfilato a Niscemi in occasione della manifestazione nazionale organizzata per ribadire il no alla costruzione del Muos; in realtà il sistema satellitare è quasi ultimato, per questo si chiede la dismissione delle 46 antenne già installate e la riconversione dell'area che, paradossalmente, è sottoposta a vincoli ambientali trovandosi in una riserva naturale. 
Ho iniziato a seguire la vicenda del Muos in quanto cittadino, occuparmene giornalisticamente è stata una logica conseguenza ed essere al corteo di Niscemi un atto dovuto. 

Viaggiando con i manifestanti alla volta di Niscemi ho avuto serie difficoltà ad immaginarmi circondato da violenti e facinorosi, arrivando in città è subito apparso evidente che i timori di disordini della vigilia erano del tutto infondati. 
Le mamme No-Muos e i bambini alla testa al corteo si mescolavano ai colori e ai suoni di migliaia di manifestanti che hanno pacificamente sfilato fino all'ingresso della base americana. Il percorso modificato e allungato, la massiccia presenza delle forze dell'ordine in assetto anti-sommossa sono passati in secondo piano non influenzando lo spirito pacifico del corteo. 
Le parole pronunciate dal presidente Crocetta alla vigilia della manifestazione "L'assessorato regionale al Territorio e ambiente ha revocato definitivamente l'autorizzazione per la realizzazione del Muos di Niscemi" sono forse servite a dare più forza ai comitati no-muos
E in questa giornata di serenità si è anche evitata la solita guerra di cifre, tutti concordi nello stimare in oltre 10 mila le persone intervenute da tutta Italia. 


Massimo Zucchetti, docente del Politecnico di Torino ed autore di uno studio che dimostra gli effetti negativi che il sistema radar avrebbe sulla salute, ha ribadito che “di Muos non si deve più parlare”. Scroscianti applausi anche per il rappresentante No dal Molin nell'esprimere la sua solidarietà per la madre di Federico Aldrovandi, in seguito alla manifestazione che agenti di polizia hanno tenuto sotto il suo ufficio. Qualche contestazione per l'assessore Lo Bello che ha ribadito il ruolo delle istituzioni rivendicandone i meriti, senza bandiere i rappresentanti del Movimento 5 Stelle che in tutta la vicenda hanno comunque rivestito un ruolo importante. 
Sicuramente quella del Muos, nonostante le parole, non può ancora definirsi una pratica chiusa, la manifestazione è stato un grande momento, una vittoria per Niscemi e magari un punto di partenza per una coscienza diversa, uno stimolo per chi già rassegnato, certe battaglie non le inizia neanche 

 
Commenti (0)
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati (0)

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus