seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » politica » Nel giallo Dell'Utri-Berlusconi, compare anche la moglie del Senatore ...
OkNotizie
 4 commenti  |  
A+ A-
 

Nel giallo Dell'Utri-Berlusconi, compare anche la moglie del Senatore

Miranda Ratti indagata per aver riciclato i soldi dell'ex premier

di Claudia Guarino
politica | Nell’ambito dell’inchiesta che vede coinvolto Marcello Dell’Utri, indagato di estorsione ai danni di Silvio Berlusconi, al quale avrebbe chiesto 40 milioni di euro in cambio del suo silenzio, circa i rapporti mantenuti dall’ex premier con alcuni boss di Cosa nostra, si è appena inserito un nuovo nome, quello di Miranda Ratti, moglie di Dell’Utri per l’appunto. La donna è, infatti, indagata dalla Procura di Palermo con l’accusa di riciclaggio aggravato; il sospetto dei magistrati, a seguito di una serie di accertamenti bancari, è che la moglie dell’ex manager di Publitalia abbia contribuito a far sparire 14 milioni di euro lo scorso 8 marzo, data in cui Dell’Utri vendette a Berlusconi la villa di Torno sul lago di Como, per ben 21 milioni di euro (prezzo eccessivamente gonfiato, secondo la Procura, rispetto al reale valore dell’immobile). 

Ma che fine hanno fatto questi soldi? – Secondo il pool coordinato dal procuratore aggiunto Antonio Ingroia, che indaga sull’inchiesta, l’atto di vendita della villa sul Lago di Como, farebbe parte di una serie di manovre di estorsione, che nell’arco di 10 anni, avrebbero portato Silvio Berlusconi a pagare, sotto ricatto, 40 milioni di euro a favore di Marcello Dell’Utri, che a sua volta avrebbe fatto da mediatore con la mafia, per il pagamento delle estorsioni "dovute" a Cosa nostra. Miranda Ratti, secondo l’accusa, si inserisce nel registro degli indagati nell’ambito della medesima inchiesta, per aver trasferito oltre 14 milioni di euro, ricavati dalla vendita della villa, alle banche di Santo Domingo, nel tentativo di preservare una parte della somma estorta all’ex premier.  

L’8 marzo, una data importante – Il giorno al quale risale l’atto di vendita dell’immobile da 21 milioni di euro, è anche lo stesso che ha preceduto la data prefissata per l’udienza, in cui la Corte Suprema si sarebbe pronunciata sulla condanna a 7 anni in appello per concorso in associazione mafiosa a carico del Senatore del Pdl. E non è un caso, secondo la ricostruzione dell’accusa, che proprio in quei giorni, Marcello dell’Utri si trovasse fuori dall’Italia, precisamente a Santo Domingo, o da qualche altra parte nella zona del Centro America, in previsione, magari, di una latitanza di lusso con i soldi dell’ex premier. 

Proseguono le indagini - I pm di Palermo, Francesco Messineo, Antonio Ingroia e Lia Sava, hanno sentito in aula lo scorso 5 settembre, Silvio Berlusconi che, in qualità di teste e persona offesa, ha negato qualsiasi presunta minaccia di estorsione da parte del “suo amico” Marcello Dell’Utri. Nel frattempo, mentre l’accusa si sta muovendo per rintracciare la somma di denaro che, secondo le indagini svolte dal Nucleo speciale di polizia valutaria della Guardia di Finanza, si sarebbe dispersa in altri conti intestati ad alcuni prestanome, è stata anche avviata una rogatoria internazionale da parte della Procura, per fare accertamenti sul posto, dunque nella Repubblica Domenicana.
 
Commenti (4)
scritto da Indignatissimo il 18-09-2012 12:32:19
 
Che schifo !!!
scritto da Bario il 18-09-2012 13:07:33
 
Forza Ingroia, non mollare, siamo già nella pista indicata da Borsellino.
scritto da roby il 18-09-2012 13:10:40
 
Ingroia ha perso il mio rispetto quando ha dato retta ad un tizio che fa' di cognome Ciancimino !!! che ci ha preso a tutti in giro compreso Ingroia...
scritto da Claudia il 18-09-2012 13:37:30
 
La verità è che nessuno avrà mai la determinazione e la voglia di fare chiarezza sulle vicende che coinvolgo Stato e Mafia che avevano Falcone e Borsellino... Troppi coinvolti, troppi senza palle... Troppi misteri.
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati ()

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus