seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » politica » Tabella H, infuriano le polemiche ...
OkNotizie
 3 commenti  |  
A+ A-
 

Tabella H, infuriano le polemiche

Mantenuti molti dei finanziamenti poco trasparenti; tra i beneficiari organizzatori di veglioni e una società dell'ex presidente Lombardo

di Luca Castrogiovanni
politica | Sarà scontro, almeno queste sono le premesse. 
L'approvazione del bilancio regionale porta dietro di se lunghi strascichi polemici, la lunga maratona ha si portato la Sicilia alla dotazione della sua finanziaria ma gli inevitabili malumori iniziano a manifestarsi. Le prime contestazioni arrivano dal Movimento 5 stelle che promettono di spulciare il lungo elenco di enti ed associazioni (137), beneficiari di contributi. 
Bisogna comunque ricordare che la finanziaria è stata approvata con 56 voti a favore e 12 contrari, altri deputati dell'opposizione hanno abbandonato l'aula. 

Il presidente Rosario Crocetta si ritiene comunque soddisfatto, non è la finanziaria che sognava ma ci va vicino, accusando poi i deputati di aver voluto mantenere loro in vita la famigerata tabella H (quella che eroga contributi ad associazioni, enti e centri studi) e la salvaguardia del Cerisdi, ente che il presidente voleva cancellare. Da registrare anche il passo indietro sull'avviso 20, quello sulla Formazione che sarà rifinanziato visto il fallimento della riforma che aveva previsto l'assessore Nelli Scilabra. Crocetta dunque non sembra essere scalfito dalle polemiche, anzi rilancia: " Abbiamo liberato i precari dalla mafia", il riferimento è alla questione ex Pip. 
Ritornando sulla questione "Tabella H", il presidente, lanciate le accuse, promette novità dal prossimo anno con un disegno di legge pronto per stravolgere l'attuale finanziamento a pioggia "che certi soggetti da anni ricevono con motivazioni dubbie ". 

Come annunciato, il movimento 5 stelle promette di creare un gruppo che si occuperà di controllare chi riceve fondi e controllare eventuali irregolarità. Soddisfatti per l'eliminazione delle auto blu attaccano sulla tabella H definendo vergognoso "dare soldi anche a chi organizza veglioni". 

In effetti, da una prima analisi della tabella, si evince come diversi soggetti ricevano contributi già da diversi anni, il dubbio poi su alcune iniziative sembra lecito; il presepe vivente di Custonaci (38 mila euro), ad esempio, soldi anche per l'organizzazione di feste per il Carnevale meno altisonanti rispetto ai più famosi eventi di Acireale o Termini Imerese. L'associazione "No-limits" (11 mila), di Alcamo, famosa per l'organizzazione di veglioni. C'è poi il nodo Coppem (470 mila), società dell'ex presidente Lombardo (indagato per mafia). Contestazioni anche sul contributo al museo delle ceramiche di Burgio (20 mila), paese dell'assessore alla Formazione. 
Il lungo elenco comprende molte voci che meritano di essere approfondite, più che sul metodo con cui i contributi siano stati erogati, su quanta utilità possano avere per la collettività certi finanziamenti. 

Capire perchè alcuni eventi ricevono finanziamenti dalla Regione rispetto ad altri e spiegare i criteri sarebbe già un passo in avanti.
 
Commenti (3)
scritto da mario il 03-05-2013 16:50:29
 
Siamo alle solite, la tabella H è una metodo più o meno legale per elargire soldi ad amici e parenti.
scritto da Salvatore il 09-05-2013 12:31:52
 
Nel caso del COPPEM ci sono famiglie che traggono reddito lavorandovi, con stipendi del tutto normalissimi. Inoltrevorrei segnalare che il COPPEM non è nè di lombardo e neanche una società, ma bensì, un'organismo internazionale con un'ottimo curricula, finanziato con legge regionale da 12 anni, che ha membri in tutti i paesi terzi mediterranei.
scritto da luca il 09-05-2013 12:39:43
 
Anche io credo che la tabella H sia uno strumento per elargire fondi con criteri poco limpidi. Quelli citati sono solo alcuni esempi di gestione poco chiara, il riferimento a Lombardo è stato trovato sul sito del Coppem, oltre che in altri quotidiani nazionali. Le accuse ai lavoratori sono pura fantasia tua caro Salvatore, non credo di aver accusato gente che lavora onestamente. Anche nella formazione c'è gente che lavora onestamente,ciò non significa che sia un settore pulito, così come nella Sanità o nei rifiuti. Sarebbe il caso di scindere le cose,magari leggere bene prima di lanciare accuse.
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati (0)

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus