seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » politica » Toto Cordaro: "La Sicilia ha bisogno di misure immediate. Musumeci? E' ...
OkNotizie
 0 commenti  |  
A+ A-
 

Toto Cordaro: "La Sicilia ha bisogno di misure immediate. Musumeci? E' l'uomo giusto per governare"

Il candidato nella lista "Canntiere Popolare" nel collegio di Palermo, fa il punto della situazione in vista delle elezioni

di Francesco Fanuele
politica | Toto Cordaro candidato nella lista del “Cantiere Popolare” nel collegio di Palermo, parla in esclusiva a BuongiornoSicilia a proposito delle imminenti elezioni e dei progetti immediati sui quali intervenire nella prossima eventuale legislatura. 

Il deputato segretario della prima commissione affari istituzionali e componente della commissione antimafia, è reduce dalla serrata opposizione al dimissionario Lombardo: “Credo di poter dire di essere fra i pochi deputati che in questi 4 anni ha fatto opposizione a Lombardo senza se e senza ma, contestando il metodo del ribaltone che lui ha utilizzato per costituire una nuova maggioranza parlamentare capace di tradire il voto dei siciliani, portando, chi ha perso a governare e chi aveva vinto come noi, a trovarsi all’opposizione. Un’ opposizione seria, che ha sortito l’effetto di mandare a casa Lombardo un anno prima rispetto alla fine della scadenza naturale del mandato. La nostra mission si è compiuta”. 

Il dopo Lombardo quali scenari politici ha disegnato? 
“La prospettiva vede coloro che come noi hanno fatto opposizione a Lombardo, uniti sotto il nome di Nello Musumeci, candidato presidente già in vantaggio nei sondaggi, e che tutti insieme porteremo alla vittoria. Chi è stato complice dell’ex governatore invece, si è diviso, non riuscendo a trovare una filosofia unitaria nemmeno rispetto alla prospettiva politica e di governo dando vita a due candidature: una rappresentata da Miccichè, strumento nelle mani di Lombardo, l’altra rappresentata dall’alleanza blasfema di Pd e Udc. Questi due partiti oltre a chiare divergenze sui principi etici, hanno un altro problema da risolvere: non hanno nulla in comune sotto il profilo delle politiche economiche e sociali. 

Cosa può dare Musumeci ai palermitani? 
Musumeci ha intanto ribadito che Palermo è la capitale della Sicilia. Egli è certamente uomo moralmente ineccepibile, capace, coerente. Sarà un ottimo Presidente, anche perché il migliore in assoluto tra i candidati in lizza. I palermitani verranno convinti, dopo dovremo affrontare subito le grandi sfide che ci aspettano. 

Di quali misure immediate necessità la Sicilia? 
E’ necessario rinegoziare con Bruxelles i fondi europei sprecati da Lombardo e che rischiano di essere ridistribuiti in Portogallo, Grecia e Spagna. La Sicilia resta “obiettivo uno” fino al 2013, abbiamo poco tempo, per questo bisognerà battere i pugni sul tavolo di Bruxelles facendo si che i fondi vengano rinegoziati. Poi bisognerà ridiscutere il patto di stabilità: penso alla provincia regionale di Palermo con milioni di euro nelle casse, che potrebbero essere investiti per infrastrutture creando sviluppo e lavoro, e non lo si può fare perché ci sono altri enti locali in Sicilia che hanno avuto problemi o ragioni d’instabilità perchè non sono riusciti a coprire le spese per ad esempio la raccolta dei rifiuti o per i precari. Infine, indifferibile diventa, una forte iniziativa di delegificazione per snellire la macchina burocratica regionale e rendere la Sicilia una terra attraente per i capitali privati, italiani ed esteri. 

Aldilà dei programmi politici, un futuro in salita attende la nostra isola… 
Parte una stagione del rigore, questo deve essere chiaro, è finito il tempo degli sprechi: decine di milioni di euro, investiti ogni anno per organizzare manifestazioni che non portano nulla, tutto questo non è più possibile. Abbiamo decine di migliaia di siciliani che rischiano il posto di lavoro, a questi va data la nostra massima attenzione, sfruttando i fondi nell’esclusivo fine di creare, davvero, occupazione e sviluppo con una “spendine review” che sia destinata ad eliminare privilegi e a creare nuove occasioni di lavoro.
 
Commenti (0)
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati (0)

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus