seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » Rubriche » Da domani mi metto a dieta... » Diete rapide, prova costume ed effetto yo yo: quali sono i rischi? ...
OkNotizie
 2 commenti  |  
A+ A-
 

Diete rapide, prova costume ed effetto yo yo: quali sono i rischi?

Dissociata, atkins, dukan, fast, zona: super pubblicizzate dai media e da tantissimi guru, parliamo di diete dimagranti

di Antonino La Monica
Da domani mi metto a dieta... | Super pubblicizzate dai media, da molti libri (di cui le librerie sono stracolme) e da tantissimi “guru”, parliamo di diete dimagranti: dissociata, atkins, dukan, fast, zona, weight watchers, dell’indice glicemico, detox, paleo dieta, fai da te e così via. Diversi sono i principi su cui si basano ma tutte hanno una cosa in comune: far perdere peso ed in modo rapido

Questo perché è quello che il mercato vorrebbe ovvero un dimagrimento rapido, senza effetti collaterali e che sia anche duraturo negli anni, soprattutto se la richiesta arriva prima dell’estate e quindi prima della famigerata “prova costume”

Purtroppo le diete restrittive-ipocaloriche, utilizzate per riuscire a perdere i chili in eccesso in poco tempo, oltre ad essere dannose sono anche controproducenti. Infatti, una repentina perdita di peso senza i dovuti accorgimenti e senza essere seguiti da un esperto della nutrizione (biologo nutrizionista, medico specialista in scienza dell’alimentazione e dietista) comporta una riduzione non solo della massa grassa ma anche di quella magra. 

Il problema risiede nel fatto che proprio dalla massa magra dipende il nostro metabolismo basale (ovvero la quantità di energia impiegata da un organismo a riposo per svolgere le funzioni metaboliche vitali) che una volta ridottosi, comporta una serie di svantaggi, tra cui quello di dover mangiare sempre meno per riuscir a perdere peso. Questo perché il nostro organismo reagisce ad una situazione di stress vista come quindi come un pericolo, riducendo al minimo le attività per risparmiare e quindi non soccombere alla mancanza di cibo. 

In questa società basata sull’immagine e che prende come esempio, modelli dal corpo scheletrico o super-muscolosi, la prova costume è vissuta da molti con paura, angoscia e sensi di colpa. Ecco allora il fenomeno ricorrente durante i mesi di aprile e maggio ovvero quello di affidarsi a diete squilibrate. Uno squilibrio dovuto sia a causa delle pochissime calorie che per le alterate percentuali dei macronutrienti (carboidrati, lipidi e proteine), per riuscire a perdere, in alcuni casi, quei chili di troppo in maniera rapida. 

Peccato però che tutti i sacrifici fatti, non solo siano stati inutili ma anche dannosi. Infatti, una volta abbandonata la dieta (ovviamente non mantenibile per un lungo periodo), i chili persi ritorneranno e per il più delle volte con gli interessi, portando come conseguenza ad un ulteriore dieta ancor più restrittiva. Questo avviene a causa dell’aumento della massa grassa ed al ripristino parziale della massa magra. Con “effetto yo yo” viene definito infatti quello stato in cui dopo una perdita di peso molto rapida, si assiste ad un altrettanto rapido aumento di peso. 

La soluzione ai chili di troppo è quindi quella di non avere fretta o porsi degli obiettivi difficilmente raggiungibili in poco tempo. Eliminare gli alimenti ipercalorici come dolci, fritture e superalcolici, deleteri per la nostra salute, privilegiando gli alimenti tipici della dieta mediterranea quindi pane, pasta, legumi, verdura, frutta, facendosi consigliare da un esperto della nutrizione. Infine, ma non meno importante affiancare sempre ad una buona alimentazione una giusta dose di attività fisica, solo così riuscirete a mantenere i chili perduti e a rimanere in buona salute. 

Dott. Antonino La Monica Biologo Nutrizionista www.dieteticaenutrizione.com 
 
Commenti (2)
scritto da mario il 15-05-2013 15:45:21
 
il business del futuro CIBO e DIETE !!!
scritto da roberto il 16-05-2013 06:11:29
 
Per ottenere qualcosa di diverso è prima necessario essere una persona diversa. Qualunque ambito della nostra vita migliora quando noi miglioriamo, ma non prima. L'ordine è sempre questo. Per cui poniamoci come prima cosa queste domande: Sappiamo riconoscere la differenza tra nutrizione e alimentazione? Come e quando scegliamo la strada della salute e del benessere? Perché poi ce ne allontaniamo? Quanto controllo abbiamo su di essa? Se il percorso intrapreso cambia, come facciamo a mantenerci equilibrati e costanti? Sono domande importanti per raggiungere il benessere, sono domande difficili se non sappiamo darci una risposta, ma la risposta c'è è qui: http://www.benessereunico.com
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati (0)

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus