seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » Rubriche » Fotosintesi » Photokina: alla ricerca della qualità assoluta ...
OkNotizie
 6 commenti  |  
A+ A-
 

Photokina: alla ricerca della qualità assoluta

L’edizione 2012 della più importante manifestazione mondiale della fotografia, testimonia la sfida di tutti i costruttori, verso lo sviluppo di nuove fotocamere di alta qualità. Uno sforzo tecnico che incide in negativo sui prezzi d’acquisto.

di G. F.
Fotosintesi | Ma la compatta, non doveva sparire dal mercato? - Dalle più recenti indagini di mercato, sembrava apparire evidente che la “compatta”, così come l’abbiamo intesa per anni, dovesse sparire, per far posto alle “CSC” od anche solamente eclissarsi, davanti allo strapotere degli Smartfone. Il salone di Colonia, pare smentire tutto questo, ponendole tra novità più significative ed a un livello superiore. Eclatanti esempi, come quello di Sony, confermano quest’ultima tendenza, proiettando la compatta verso l’olimpo della qualità assoluta. Con la sua “RX-1”, fornita di sensore Full Frame e di ottica fissa Zeiss 35mm. f/2, è anche un esempio, purtroppo, lanciato verso la vetta dei quasi 3000,00€.! Nikon dal canto suo, risponde con un vero gioiello della sua gamma Coolpix, la “S-01” che, portando le dimensioni al minimo, rappresenta la più piccola Coolpix mai costruita fin’oggi. Dimensioni lillipuziane che, a parte lo spessore ovviamente un po’ più corposo, sono assimilabili ad una carta di credito. Questa però, è anche una vera fotocamera, con sensore da 10mp, zoom ottico da 3x, filmati in standard VGA e con memoria interna da 7,5 Gb, per archiviare fino a 3000 immagini. Anche qui, fa fede un prezzo, non proprio da gioielleria ma, almeno da bijouterie: 160,00€. Però affianca anche una nuova compatta della serie Performance la “P7700” che, perde l’oculare, ma affina le prestazioni della “P7100”, aggiungendo un’ottica più luminosa, maggiore velocità di esecuzione, un nuovo schermo orientabile in tutte le dimensioni, una sequenza da 8ft/sec. Si sale naturalmente con il prezzo: 490,00€. La competizione per la massima qualità delle immagini è comprensibile ma, sono tempi in cui bisognerebbe non perdere di vista anche il prezzo di vendita. E’ pur vero però, che innamorandosi di oggetti fantastici, si è anche più invogliati ad estendere i propri interessi e quindi a spendere con più soddisfazione i propri quattrini, rimettendo così in moto l’economia. 

Reflex: sempre le regine del salone -  Anche davanti a tante e gustose novità e a diversi livelli d’interesse, i padiglioni delle “grandi” della fotografia reflex, restano sempre i più visitati. 

Sony - Scatenata con “primizie” di alto livello, è ormai pronta ad un confronto senza complessi d’inferiorità con i nomi storici della fotografia. Dopo lo stupore suscitato dalla quotazione di vendita (ancora ufficiosa), dell’interessante esercizio di tecnologia rappresentato dalla RX-1 che, anche se di qualità elevata, resta pur sempre una compatta a ottica fissa, uguale interesse ha suscitato la nuova reflex “Alpha 99” di alta gamma, da circa 2800,00€. Si tratta di una camera al limite tra l’amatoriale “evolved” e l’entry level professionale che può vantare un sensore Full Frame da 24Mp. Sempre munita del suo sistema “Transucent”, appare quasi come una sfida alle grandi di sempre, che però, propone una quotazione piuttosto alta per impensierire seriamente le nuove arrivate dei due colossi nipponici. Negli intenti di Sony, c’è però, anche quello di allargare la base d’utenza delle sempre più apprezzate fotocamere senza specchio. Nello specifico, questo genere a casa sua si chiama NEX e, per rinfoltirne le fila, la serie viene arricchita da “NEX6” che, anche se non si tratta proprio di un regalo, con i suoi 950,00€. compreso obbiettivo base, aggiunge mirino ottico, Wi-Fi e App dedicate, per essere al passo con il procedere del nostro odierno. 

Nikon - La grande casa giallo-nera, attraverso il suo distributore italiano “Nital”, con un tempismo da consumata stratega, ad una settimana dall’apertura del salone, aveva già fornito tutti i suoi centri “Specialist”, della novità più appetitosa, la “D600”! Bellezza del design e tangibile qualità del prodotto, oltre che ovviamente il “peso” del marchio Nikon, hanno fatto registrare un afflusso allo stand davvero impressionante. Il prezzo ufficiale di 2090,00€. (solo corpo), ha fatto il resto, registrando l’en plein! Adesso la gamma delle professionali Full Frame appare completa e anche ben distribuita nelle prestazioni e nella fascia dei prezzi che, dalla new entry “D600”, alle due versioni “D800 e D800s” e fino alla Top “D4”, restano tutti sensibilmente più bassi dell’agguerrita concorrente di sempre Canon. Dopo la “Coolpix P6000”, che per prima portò sul campo il GPS, e la “Nikon 1”, prima fotocamera che coniuga video e foto in un'unica “immagine dinamica”, Nikon mette a segno un’altra novità di spessore nel nostro tempo. Con la compatta “Coolpix S800c” è ancora prima assoluta nel mondo della fotografia interattiva. Questa nuova camera dal prezzo abbastanza popolare (398€.), potremmo definirla, uno smartphone che non telefona. Con la parte posteriore a tutto schermo touch screen, una raffinata estetica minimale e friendly, ci conduce nel mondo Android, con le sue funzionalità e con il Wi-Fi, per postare e condividere le immagini in rete. La parte fotografica è di tutto rispetto e con 16Mp e 10x sull’ottica, un Nikkor da 25mm.di grandangolare, è un nuovo oggetto del quale scoprire tutte le potenzialità. 

Canon - Quest’ultima, dopo il notevole ritardo di consegna registrato con la “5D Mk3” e quello ancora più esorbitante accumulato dalla “Eos D1 X”, presenta la sua entry level professionale full frame “Eos 6D”. Questa, in diretta contrapposizione alla nuova Nikon, già in vendita da 15 giorni, sembra anche questa volta in ritardo. Le prime consegne annunciate parlano di non prima della fine dell’anno. Speriamo che questa volta sia un annuncio fondato, altrimenti credo, dovremo aspettare ben più che il Natale per poterla avere tra le mani. Il prezzo, anche se non ancora ufficiale, non pare invertire l’attuale tendenza invogliando alla scelta, perché si vocifera già di circa 2600,00€. solo corpo. Ma Canon, ha esposto in vetrina anche la sua prima Mirrorless, la “Eos-M” che, ripercorrendo la strada tracciata da Pentax, con la sua K-01 derivata dalla K5, utilizza le “viscere” della recente “650D”, con lo stesso sensore APS-C, a cui, per rendere il corpo compatto, è stato eliminato il pentaprisma e l’impugnatura da reflex. Il risultato a mio avviso, è meglio riuscito di quello Pentax, ma a differenza di questa, ha bisogno di un adattatore, l’EF Eos-M, per il montaggio di tutte le ottiche EF-S. Per quanto riguarda le caratteristiche e le prestazioni, si presenta alla grande. Sensore CMOS da 18mp, elaboratore immagini Digic5 a 14bit, autofocus Hybrid, per foto e video, display “touch” da 3”, sensibilità 100-12800 e video Full HD con modalità “Snapshot” (invenzione di Nikon sulle 1V1 e 1J1, addirittura con lo stesso nome)! Come la K-01 Pentax, anche questa “Eos” aimè, non ha l’oculare, ma almeno ha uno schermo da 1040.000px! Il prezzo, anche qui, 950,00€. prova a far rimpiangere la Reflex! 

Fujifilm - Questa, altra famosissima azienda nipponica, anche lei, sembra concentrarsi sulle Mirrorless, ed in particolare, sulla serie X. La novità si chiama “E1”, una nuova versione che aggiorna verso il basso la sua fascia di prezzo, rendendolo adesso un po’ più accessibile 949,00€. il solo corpo e 1350,00€. in kit con il 18-55mm. Quest’obbiettivo, il “FUJINON XF18-55mm. F/2.8-4 R LM OIS”, è il primo zoom per le mirrorless con baionetta “X- Mount”. E’ stabilizzato ed è costituito da 14 elementi in 10 gruppi, con 3 lenti asferiche e un elemento a bassa dispersione. Come specifica la casa, quest'ottica offre un'apertura massima maggiore e promette una superiore qualità ottica rispetto ai classici 18-55mm. forniti in kit con le reflex economiche. Tra le caratteristiche tecniche più interessanti, spicca anche il suo esclusivo sensore “XTrans” che, al di la di ciò che può ricordare con questo nome, ha 16Mp e si spinge fino a 25.600 iso. Importante anche il fatto che, attraverso uno specifico adattatore, la Baionetta “X” può montare tutta la serie delle prestigiose ottiche Leitz.  

Leica A Colonia, il famoso marchio dal bollino rosso gioca in casa. Tutti, tra tecnici, fotografi professionisti, appassionati o semplici curiosi, guardano con rispetto, la prestigiosa produzione della storica azienda tedesca. Anche i costruttori più importanti, con i loro responsabili tecnici, commerciali e quant’altro, visitano con deferenza, quasi in punta di piedi, l’inventore del formato fotografico più famoso al mondo e che ancora oggi porta il suo nome. A casa Leica, le novità, presentate dallo storico marchio, sono sia tecniche che estetiche e di design. A cominciare dal basso, si fa per dire, la più vistosa è la “X2” in versione “Paul Smith”, da 2445.000 €., in serie limitata e personalizzata vistosi colori e accessori di alto pregio in dotazione. La stessa “X2”, è offerta anche nel modello “A la carte”, con finitura in pelle e colori del corpo a scelta del cliente a 1750,00€.! La più attesa dai clienti, è però la Leica “M”, che perde la nomenclatura numerica progressiva e diviene una famiglia di nuovi modelli che arriveranno dall’inizio del 2013 a partire da 6.200,00€. (Sic)! La novità di “M” è il nuovo sensore, con tecnologia europea, da 24Mp, ed il processore d’immagini “Maestro”. Adesso con la nuova “M”, sarà anche possibile girare filmati full HD sfruttando i famosi obbiettivi tedeschi, serie “R” compresa. Leica “M-E”, con i suoi 4800,00€., è la versione più accessibile, che riprende quasi tutti i contenuti che furono della M9. Sull’impressionante “Leica S” sparisce il numero dalla nomenclatura, ma vengono apportati diversi miglioramenti. In effetti nella Leica S, rimane lo stesso cuore ma, raffica, autofocus, display e altri particolari hanno ricevuto un aggiornamento importante. Leica, a casa propria, non ha voluto solo uno stand, ma un intero Padiglione, il n. 1 che, fuori dalle rotte generalizzate dei visitatori, per trovarlo bisogna proprio recarvisi e questo ha evitato la ressa, lasciando ai soli appassionati della grande casa tedesca, la volontà di andare a trovarla! Naturalmente, la Photokina di Colonia non è tutta qui, ma gli spazi a nostra disposizione, ci hanno lasciato il tempo, come spesso avviene, di dedicarci solo ai più importanti! Certo di aziende presenti ce n’erano davvero tante e certamente nella prossima uscita della nostra rubrica, daremo altro spazio a coloro non presenti questa volta. Saluti a tutti e... occhio all’oculare.

Foto di Copertina: un transito interno della Fiera di Colonia 


DIDASCALIE: (da sx a dx)

Foto 1: Sony RX1 la Super-compatta vista dall’alto 

Foto 2:La piccolissima Nikon Coolpix “S-01” 

Foto 3:La Performante Nikon Coolpix “P7700” 

Foto 4/4bis:La nuova Sony “A99 

Foto 5/5bis:La nuova Nikon “D600” e una vista dall’alto con il nuovo Nikkor 24-85mm. f/3,5-4,5 

Foto 6: La nuova Canon “6D” 

Foto 7: La famiglia Fujifilm XE-1 

Foto 8: La Fujifilm XE-1 

Foto 9: Canon Eos-M silver 

Foto 10: Nikon S800c la compatta “Android” 

Foto 11-16: Immagini delle meravigliose  Leica “X2 Paul Smith”, “M”, “ME”, “S” 

Foto 17: La Leica “X2” completamente accessoriata.
 
Commenti (6)
scritto da Vincenzo il 04-10-2012 17:10:35
 
Davvero complimenti alla rubrica, un articolo bello da leggere e completo. Aspetto il seguito annunciato. Salui e complimenti.
scritto da Mario il 05-10-2012 09:03:44
 
Ho letto con curiosità questo "reportage" sulla Photokina 2012, come sempre molto interessante e puntuale. Tra le novità presentate mi ha molto incuriosito e stupito, per le caratteristichee e le dimensioni quasi microscopiche, la neonata Nikon Coolpix "S-01". Credo che sia un vero "gioiellino". Spero di leggere presto una Sua bella pova "sul campo" di quello che sembra un vero miracolo di miniaturizzazione. Cordialissimi saluti
scritto da alfredo il 05-10-2012 09:16:01
 
Meno male che le compatte non scompaiono, penso che le compatte abbiano potenzialmente la fetta maggiore di mercato e portare tutti gli utenti all'acquisto di fotocamere di livello superiore, quali CSC o Reflex, svaluta le stesse fotocamere e la stessa idea di fortografia di qualità. Credo che l'offerta debba essere scalabile in tutte le direzioni. Ciao a tutti e sempre complimentoni per l'articolo a G. F.
scritto da G.F. il 08-10-2012 00:12:56
 
Vincenzo, grazie per la tua cortese visita. Certamente completeremo la visita della Photokina, seguici ancora. Un saluto.
scritto da G.F. il 08-10-2012 00:19:45
 
Egregio Mario, grezie per i complimenti. La "S01" Nikon, sarà certo una delle camere che testeremo presto. Effettivamente rappresenta un'interessante novità, da non considerare come un "Gadget" da fiera. La costruzione impeccabile, le prestazioni promesse, oltre che la sua incredibile dimensione e in fondo anche un prezzo accettabile, ne fanno certo una interessante proposta da testare. Un saluto ugualmente cordiale.
scritto da G.F. il 08-10-2012 00:49:20
 
Gentile Alfredo, se ho compreso bene il senso del tuo commento, condividi che la presenza di nuove compatte di maggiore qualità, incentivi questo specifico mercato, impedendo la migrazione verso fotocamere di livello superiore, magari inadatte a chi comincia. Inoltre, auspichi un deciso abbassamento delle quotazioni, in tutte le direzioni. Mi scuso se ciò che ho compreso non corrisponde al tuo pensiero ma, nella foga dello scritto, credo tu abbia espresso in concetto in modo un pò confuso. Resta il fatto che la fotografia ancora una volta pare non cedere il passo ad alcun altra alternativa meno "artistica" e più sociale. Il suo cammino si allarga infatti, in direzioni nuove e interessanti, ma conferma le origini ultracentenarie, con proposte ricche di nuova tecnologia: compatte migliori, CSC più complete ed interessanti, fotocamere reflex sempre più prestazionali e complete e, da ultimo, nuove proposte che avvicinino adepti, ormai viziati all'uso dello smartfhone come fotocamera, verso sistemi prestazionali fotograficamente ma, sviluppati per consentire, senza complessi e perdite di qualità, indirizzi nuovi della fotografia, specificatamente mirati al mondo della socializzazione via web. Un saluto cordiale e un grazie per i... complimentoni!
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati (0)

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus