seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » Rubriche » Fotosintesi » Tutto quello che devi sapere sugli obiettivi ...
OkNotizie
 4 commenti  |  
A+ A-
 

Tutto quello che devi sapere sugli obiettivi

La sostituzione dell’ottica, è la caratteristica più importante di una Reflex o di una” CSC”. Cosa dobbiamo sapere, per sfruttarla davvero?

di G. F.
Fotosintesi | L’intercambiabilità ottica e il sensore - La possibilità di sostituire l’ottica, è la migliore caratteristica di cui disporrai, con l’acquisto di una Reflex o una “CSC”. D’altra parte, il compito della fotocamera è limitato all’acquisizione dell’immagine ma, è l’obbiettivo che la realizza e ne consente la formazione sul sensore. Mi torna in mente, con queste poche righe, un’antica diatriba in voga al tempo della pellicola, cioè se fosse più importante possedere una fotocamera superlativamente evoluta o disporre del miglior obbiettivo. Un tema molto dibattuto e controverso, sostanzialmente perché, disponendo di un corpo camera di basso profilo, non tutti erano in grado di fare calcoli complessi per ottenere la giusta esposizione, ne una perfetta profondità di campo, senza una fotocamera munita di un evoluto esposimetro e un pulsante di controllo diretto della “PdC”. 
Problemi che restavano irrisolti, anche disponendo del miglior obbiettivo! Ma con l’avvento del digitale, le valutazioni entrate in gioco sono differenti e, partendo dal fatto che le fotocamere moderne offrono ormai tutte le “facilitys” immaginabili, con i moderni sensori, molto più performanti della pellicola, disporre di obbiettivi sempre migliori è quasi d’obbligo! Le super prestazioni dei sensori più recenti infatti, introducono per la prima volta, la “crisi” degli obbiettivi più datati o di qualità mediocre e, per ottenere una fotografia ricca di dettagli, contrasti e profondità di colore, c’è un fiorire di nuove ottiche sempre più aggiornate e in grado di fornire alte prestazioni, quantomeno allineate a quelle che propongono i sensori delle moderne fotocamere. 

Pensare in termini di sistema - L’odierno livello delle “digitali”, riporta al concetto che la vera qualità, viene soprattutto dal miglior “sistema” e, fin dall’acquisto della nostra prima Reflex, dobbiamo pensare che presto vorremo altri obbiettivi! Sarà opportuno perciò, per il primo acquisto, esplorare le diverse opzioni proposte in “Kit”, per valutare attentamente di quali focali disporremo e a quale sistema ottico ci converrà “agganciarci”, per prezzi e disponibilità di scelta. L’obbiettivo fornito in Kit con la prima Fotocamera, si adatta a molti soggetti e situazioni giornaliere ma, ha i suoi limiti. In genere offre delle focali che vanno dal Grandangolo al piccolo Tele e può essere impiegato con soddisfazione in molte situazioni standard. Ma ci metterà presto in crisi, nel momento in cui approcceremo nuovi generi fotografici o quando situazioni specifiche, richiederanno prestazioni ottiche più specializzate. 

Cambiare gli obbiettivi per allargare le proprie capacità - Con il “KIT di primo equipaggiamento”, avremo praticità e una borsa leggera, ma presto apparirà evidente che non si può impiegarlo in tutto, ad esempio, se decidiamo di cimentarci con la fotografia di animali, oppure quando tenteremo la fotografia sportiva! Per questi generi infatti, occorrerà un teleobbiettivo, un’ottica che consenta d’ingrandire il soggetto e “riempire” il fotogramma, in modo che esso appaia ben visibile, non come qualcosa che s’intravede all’orizzonte e che, senza una lente d’ingrandimento, non riusciremo neanche a riconoscere! Di fatto il Teleobbiettivo è in genere la prima “2° lente” più acquistata, da chi possiede una reflex e vuole completare il suo corredo. L’importanza del “Tele” la conosciamo tutti e abbiamo visto l’uso che ne fanno i professionisti, sui campi di calcio, lungo le piste della formula 1, sugli sterrati delle gare da Cross e sulla neve per i Campionati di Sci! In altre occasioni, ci accorgeremo che, anche indietreggiando al massimo, non riusciremo ad includere tutto ciò che vorremmo nel nostro fotogramma. Anche in questo caso, il nostro obbiettivo da Kit soccombe al nostro desiderio di fare di più! Scopriremo così, l’esigenza del supergrandangolo! 


Obbiettivi e aspetti creativi - Gli “zoomini” grandangolari dei Kit, sono pratici per gli scatti in viaggio, muniti del minimo indispensabile dell’attrezzatura. Ci daranno un uso disinvolto quindi, in ambienti angusti, come le piccole stradine di un paesino marinaro, ma le ottiche non si valutano solo in funzione della loro praticità d’impiego. Gli obbiettivi, hanno anche importanti risvolti creativi proprio in base alle loro caratteristiche. La scelta dell’obbiettivo, influenza una serie di fattori concatenati alla sua costruzione ottica: “scala”, “prospettiva” e “proporzioni” del soggetto. 
I Teleobbiettivi “schiacciano” il campo inquadrato, appiattendo la prospettiva e avvicinando i soggetti. Creano così un forte senso di scala ed esaltano le dimensioni del soggetto inquadrato. 
I Grandangolari, al contrario, allargano il campo della ripresa, esaltano gli angoli, evidenziano la profondità della scena inquadrata e magnificano le differenze dimensionali tra i soggetti, allontanando gli sfondi. Incrementando la quantità di cielo negli esterni, esaltano gli aspetti drammatici o mistici di una immagine. In interni poi, riescono ad esaltare le prospettive rendendo estremi ed irreali gli spazi. Ma non finisce qui: I Macro (o Micro) ed i Fish-Eye, possono cambiare completamente la percezione del mondo, avvicinando in modo onirico, la realtà e la fantasia. Avvicinarsi al meraviglioso mondo degli obbiettivi e un’esperienza entusiasmante! Chi mette la prima volta l’occhio all’oculare di una reflex, facendo delle prove di sostituzione dell’ottica, rapidamente comprende per qual motivo questo “reame” è ancora inattaccabile. Quello che propone l’intercambiabilità dell’ottica, è il segreto che ha portato la reflex così in alto e così avanti. Oggi, con la nascita di una nuova generazione di moderni sensori, dal “Full Frame” al “APS-C” , dal “4/3°” al “CX”, la qualità raggiungibile è straordinaria e sempre più alla portata di tutti! 

Monitorare la possibilità di utilizzare questa caratteristica per incrementare i propri interessi fotografici, sfruttando gli accessori dedicati, come Adattatori, Fieldscope, Anelli d’Inversione, Lenti Addizionali, Soffietti, etc., sarà un’ulteriore scoperta che renderà questa unica caratteristica avviata nel 1913, ancora più straordinaria.
 
Commenti (4)
scritto da Mikigiò il 15-02-2013 11:07:30
 
Un argomento certamente interessante e centrato. In tutta questa confusione è oggi forse indispensabile una "ripartenza", per usare un termine calcistico, quindi:avanti così che mi piace!
scritto da Emanuela il 15-02-2013 11:20:43
 
Finalmente qualcosa per me che ho cominciato da un anno! Ne avevo bisogno, l'articolo lo metterò a frutto! Grazie a tutti voi e complimenti.
scritto da Claudio il 15-02-2013 21:34:17
 
Grazie sempre per la qualità delle informazioni!! E' sempre un piacere leggerti . Claudio
scritto da GF il 16-02-2013 16:39:52
 
Grazie Mikigiò, Emanuela e Claudio. I complimenti sono lo stimolo e la migliore ricompensa per qualunque impegno. Un saluto.
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati (0)

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus