seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » Rubriche » In cucina con ... » L'uovo di Pasqua con......Cappello ...
OkNotizie
 1 commenti  |  
A+ A-
 

L'uovo di Pasqua con......Cappello

Simbolo Pasquale, anche l'uovo ha il suo perché!

di Daniela Cottone
In cucina con ... | Vi siete mai fermati a riflettere perché l'uovo è diventato il simbolo indiscusso della Pasqua? Il simbolismo dell'uovo risale a tempi antichissimi, legato a miti come quelli dell' uovo cosmico da cui tutto ha origine o uovo Mondo secondo cui il cielo e la terra erano due metà perfettamente uguali dello stesso uovo. 
Dalla forma armoniosa, non si ha nè un'inizio nè una fine, rappresenta il ciclo della vita. 
L' usanza di regalare uova risale al Medioevo, rappresentavano l'inizio della primavera, la rinascita della natura e si decoravano per regalarle ad amici e parenti e augurare buon auspicio. L'uovo è anche fertilità. Se ne osserviamo uno ci sembra apparentemente inanimato, ma una volta schiuso una vita ne verrà generata. Lo stesso filo conduttore ci porta alla nostra tradizione cristiana; paragoniamo il guscio che si schiude al sepolcro di Gesù che spostata la pietra risorge come dall'uovo schiuso nasce il pulcino! Dunque dal sacro al profano l'uovo indubbiamente simboleggia la vita.

Anche la decorazione delle uova ha origini molto antiche, la più famosa è da attribuire all'orafo Fabergè al quale nel tardo 800 venne commissionato dallo zar un uovo di platino e oro che, secondo il concetto delle matrioske, conteneva all'interno altre uova più piccole fino ad una coroncina in oro e pietre preziose. Da questo momento in poi si ebbe l'abitudine di porre all'interno delle uova da regalare un piccolo presente. 
Le uova di cioccolato sono di concezione abbastanza recente e ospitati ancora una volta dal Maestro Pasticcere Salvatore e il figlio Giovanniall'interno del laboratorio della pasticceria Cappello di Via Colonna Rotta a Palermo andiamo a scoprire come si fa.

Unico ingrediente cioccolato purissimo!
Salvatore Cappello ci spiega che per la riuscita di un uovo di cioccolato perfetto è fondamentale la prima fase, quella del Temperaggio.
Grazie alle loro macchine si fa sciogliere il cioccolato ad una temperatura di circa 45 gradi per poi abbassarla a circa 26 gradi (cristallizzazione).
Infine si riporta la temperatura tra i 29 e i 31 gradi a secondo del tipo di cioccolato, se al latte, bianco o fondente.


A casa, ci suggerisce il Maestro di far sciogliere in microonde il cioccolato ad una temperatura di circa 45 gradi, versare i circa 2/3 del composto sciolto su una lastra di marmo che lo raffreddi rapidamente per poi riversarlo nel restante composto non versato. A questo punto ci svela un trucchetto per capire se il cioccolato è pronto per essere versato nello stampo: appoggiamo una goccia di cioccolato sciolto sul labbro, se non abbiamo alcuna sensazione né di caldo né di freddo allora è pronto per la fase successiva.

Procediamo con il versare il cioccolato sciolto nello stampo cercando di distribuirlo uniformemente su entrambe le parti.

In laboratorio questa fase viene eseguita per mezzo di una macchina apposita chiamata rotativa.
Terza ed ultima fase, riponiamo gli stampi in frigorifero per almeno 15/20 minuti.

A questo punto le uova saranno pronte per essere decorate con ghiaccia reale, pasta di zucchero o altro a vostra disposizione e donate in segno di pace, prosperità e rinnovamento di vita!
Felice Pasqua a tutti voi...

 
Commenti (1)
scritto da teresa armetta il 31-03-2013 09:16:33
 
sono stupendi esperti e grandi persone !!!
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati ()

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus