seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » Rubriche » In cucina con ... » Macaron, il biscotto che se la tira! ...
OkNotizie
 3 commenti  |  
A+ A-
 

Macaron, il biscotto che se la tira!

Siete delle fashion victims? Si? E allora già conoscete i macarons...

di Daniela Cottone
In cucina con ... | Siete delle fashion victims? Si? E allora già conoscete i macarons, ma se non li conoscete datevi zero tagliato in fatto di moda e tendenze gastro-chic! E si', perché il macaron e' il pasticcino del momento, il pasticcino francese che già solo a guardarlo ti inebria il senso della vista, per non parlare dei molteplici gusti che soddisfano il palato!!! 

E poi vuoi mettere come si presenta, impacchettato in elegantissime scatole dal gusto barocco infiocchettate con nastri di seta, gia' solo pronunciarne la parola fa chic! Per non parlare di dove viene venduto, no, non in pasticcerie ma nelle Louis Vuitton delle pasticcerie, in vere e proprie boutique del gusto! 
Quale pasticcino più adatto all'appuntamento da chiacchiericcio entre femmes accanto ad una tazza di the, ma quanto fa bon ton! Del resto era il dolcetto più apprezzato dalla giovane regina Maria Antonietta, nel film di Coppola praticamente c'è un macaron quasi ad ogni scena e quei macarons sono proprio quelli di Ladurée, pasticceria boutique francese che detiene il primato dei migliori macarons al mondo! 
La Maison e' stata fondata nel 1862 a Parigi ma finalmente Ladurée e' sbarcato in Italia prima a Milano e poi a Roma ovviamente scegliendo la sua location accanto ai nomi più importanti della moda! Praticamente il macaron e' diventato uno status symbol considerato anche quanto costa! 
E allora visto che siamo in tempo di crisi proviamo a farceli a casa con questa ricetta: 

125 g di farina di mandorle 

180 g di zucchero a velo 

105 g di albume 60 g di zucchero 

Aroma vaniglia in pasta qb (o qualsiasi altro aroma desideriate) per il ripieno 125 g cioccolato fondente 

50 g panna fresca liquida 

20 g di burro 

Setacciamo la farina di mandorle insieme allo zucchero a velo. Montiamo a neve ben ferma l'albume, (provate a capovolgere la ciotola, se per effetto della forza di gravità l'albume precipiterà a terra allora non era ben fermo).
Aggiungiamo quindi lo zucchero e continuiamo a sbattere con le fruste a bassa velocità. Aggiungiamo poco per volta la farina e lo zucchero a velo agli albumi mescolando delicatamente a mano con un cucchiaio di legno. Mettiamo il composto in una sac à poche e formiamo delle palline sulla teglia foderata di carta da forno ricordandoci di distanziarli quanto basta per non farli attaccare in cottura. 
Facciamo riposare 20 min prima di infornare. 

Inforniamo a 160° in forno ventilato preriscaldato per 10 min. Una volta pronti usciamoli dal forno e facciamoli raffreddare prima di staccarli dalla teglia e farcirli con la ganache al cioccolato! 

Prepariamo la ganache: Riscaldiamo la panna liquida portandola quasi ad ebollizione.
Spegniamo il fuoco e uniamo il cioccolato tritato e il burro. 
Facciamolo raffreddare e mettiamolo in frigo per 30 minuti (non facciamolo indurire troppo però) 
Farciamo i nostri macarons e bon appétit! 


Postate le vostre foto sulla mia pagina Facebook " Di torta in torta" di Daniela Cottone, appena pronti anche io metterò le mie!!!

 
Commenti (3)
scritto da Giuseppe il 17-01-2013 20:33:45
 
Figo!!!!.....sembrano anche un po' afrodisiaci, corro subito a provare la ricetta.....grazie Daniela ti farò sapere!
scritto da Daniela il 17-01-2013 21:05:49
 
E se scopriamo che è pure afrodisiaco allora non gli manca proprio nulla! Bene fammi sapere allora!
scritto da Paolasai il 17-01-2013 21:09:29
 
ladurèe A roma in via borgognona, suggerisco di provare assolutamente i macarons al cocco, al pistacchio e chocolate Santo domingo......unica nota dolente prezzo e calorie:-)
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati (0)

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus