seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » Rubriche » L'indignato speciale » Golpe, Rai ed astensionismo... ...
OkNotizie
 0 commenti  |  
A+ A-
 

Golpe, Rai ed astensionismo...

E' giusto bollare l'astensionismo come fenomeno negativo?

di Vincenzo Mannello
L'indignato speciale | Morsi era stato eletto da una minoranza degli elettori egiziani. 
Gran parte si era astenuta dal voto ed alla opposizione era andato il resto. Quindi, in fin dei conti,il golpe militare rappresenta la maggioranza degli egiziani, specie degli astensionisti come ribadito più volte dal corrispondente Rai a il Cairo, Marc Innaro; dato ripreso poi da tutti i notiziari di Radiouno e commentato,con totale adesione di tutti gli ospiti, a Radioanchio. Bene, sembrerebbe il trionfo delle tesi degli astensionisti elettorali piú accaniti, me per primo. 

Quando la maggioranza del popolo, ovunque nel globo accada, diserta le urne, chi viene eletto da una minoranza NON rappresenta la volontà popolare e dovrebbe dunque trovare il pudore di dimettersi per rimettere tutto in discussione. Essendo delegittimato di nome e di fatto, potrebbe (per me dovrebbe) andare incontro alla collera popolare. E magari, sul modello Morsi, trovarsi senza poltrona presidenziale e pure in galera. Di conseguenza sarebbero corrette le analisi di Innaro, di Radioanchio e di tanti altri media. Se.... la Rai per prima, con Radioanchio in testa, non avesse sempre bollato il fenomeno dell'astensionismo in Italia, Europa ed Usa con le parole ed i giudizi piú aspri verso chi non vota. Tramite i propri giornalisti, la Rai ha dato spazio alla marea di gente schifata dalle urne? Sempre analisi di esperti politologi, parti sociali e politici TUTTI rigorosamente figli del carrozzone partitocratico. Obama eletto da una minoranza di elettori statunitensi? Gli Usa sono il faro del mondo! 
Per il Parlamento Europeo votò solo il 40% degli europei? Peggio per loro. 
In Italia Crocetta governa la Sicilia con il 15% dei voti reali? I siciliani sono abituati a ben altro. 
La Serracchiani eletta da una minoranza? Crescerà. 
Marino a Roma e tutti i sindaci eletti dai loro clienti con meno della metà dei voti necessari? È il nuovo che avanza. Per la Rai,ovviamente. Per gli Innaro di turno. Tutti pronti ad avallare la doppia valutazione dei fatti e della morale democratica. 

Bene a il Cairo, malissimo in Occidente.
 
Commenti (0)
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati ()

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus