seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » Rubriche » Metti una sera al cinema » Killer Elite: la tradizione dell'action movie ...
OkNotizie
 0 commenti  |  
A+ A-
 

Killer Elite: la tradizione dell'action movie

Esordio alla regia per Gary McKendry

di Redazione di BuonGiornoSicilia
Metti una sera al cinema | KILLER ELITE, LA TRADIZIONE DELL’ACTION MOVIE

NOME: Killer elite 
PAESE: Gran Bretagna 
ANNO: 2011
GENERE: Azione, Thriller 
REGIA: Gary McKendry

Killer Elite eredita il nome dall’omonimo romanzo di Sir Ranulph Fiennes ed è ispirato ad una storia vera o presunta tale (le autorità britanniche si sono esposte molto malvolentieri dopo l’uscita del libro edito nel 1991 che provocò un vespaio di polemiche).

La pellicola vede l’esordio alla regia di Gary McKendry, mentre il cast è di livello stellare: Jason Statham, Clive Owen ed un Bob De Niro più defilato, rappresentano una garanzia. Dallo spegnersi delle luci in sala, fino alla fine del film, non esiste un attimo di tregua, l’adrenalina e le emozioni scorrono tra l’Australia, il deserto dell’Oman e Londra con grande fluidità; gli scontri, a volte davvero cruenti, vivono di colpi di scena repentini ed inattesi che si susseguono fino alla fine.

Il personaggio attorno al quale gira la storia è quello di Danny (Jason Statham) assassino mercenario ormai ritiratosi a vita privata perché tormentato dal rimorso e dal troppo sangue versato per sua mano; l’ex Navy Seals però, è costretto a rientrare in azione per liberare il suo fraterno amico e compagno di mille battaglie Hunter (De Niro) sequestrato dal sultano dell’Oman, che per rilasciare il prigioniero chiede un “favore” non da poco. Uccidere gli assassini dei suoi tre figli, fatti fuori durante la segreta guerra dell’Inghilterra al paese arabo da parte del gruppo speciale SAS (Special Air Service), facendo credere che si tratti di morti accidentali. Una “mission impossibile” aggravata dal fatto che i bersagli di Danny, sono protetti da una squadra clandestina di cui Spike Logan (Clive Owen) è membro e braccio operativo.

Lo scontro che ne verrà fuori è senza esclusione di colpi e anche i retroscena sono una denuncia per una società priva ormai di patriottismo, ma totalmente asservita alla logiche d’interessi dettate dal petrolio. Una pellicola da non perdere per gli amanti del genere.
 
Commenti (0)
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus