seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » Rubriche » MOLEStINE » 'Noi c'abbiamo il sole, noi c'abbiamo il mare'... ...
OkNotizie
 0 commenti  |  
A+ A-
 

'Noi c'abbiamo il sole, noi c'abbiamo il mare'...

di Gigi Giordano

 
Sono qui tutto concentrato con un'idea ben precisa su cosa scrivere e quali argomenti affrontare, del resto diciamoci la verità, di spunti i nostri amici politici ce ne danno a bizzeffe... 

Ma a dire la verità forse non ne ho alcuna voglia. 
Non ne ho voglia perché mi sento veramente preso per il culo; 
Mi sento preso per il culo da tutto il sistema dentro il quale ci troviamo, tutto questo amore per la patria che i nostri politicanti manifestano a tutte le ore del giorno, autoproclamandosi come dei salvatori proprio non lo digerisco, non riesco ad accettarlo. 

Non riesco ad accettare quello che succede a Palermo, che credo di conoscere abbastanza bene e che con i suoi problemi e i suoi nonsense non finisce mai di stupirmi, figuriamoci se mi può andar giù una presa per il culo colossale come quella che stanno portando avanti i componenti della banda bassotti nazionale... 

Non riesco a credere che ci possano essere ancora quartieri dove l'acqua corrente arriva a giorni alterni, e se salta un giorno i bambini di quei quartieri vanno a scuola senza essersi potuti lavare. 
Non riesco a credere che ci sia una città in balìa di milleottocento lavoratori che, a torto o ragione, se le hanno girate, paralizzano tutto perché corrono il rischio, da un mese all'altro, di dover rimanere in mezzo ad una strada sol perché una azienda municipalizzata è stata gestita e amministrata in maniera indecente, diventando una spada di Damocle. 

Non riesco a credere che l'acquedotto della quinta (ormai forse sesta) città d'Italia, rischi il collasso e quindi di lasciare a secco un milione e mezzo di abitanti perché affogato dai debiti. Non riesco a credere che un'amministrazione locale debba ancora farci pagare il ticket parcheggio per sfruttare un servizio che è stato definito dai tribunali illegale, vista la totale assenza di un piano del traffico e di una giusta distribuzione tra zone a pagamento e libere. 

Non riesco a credere che ci siano ancora, nel duemilatredici, dei quartieri di questa città in cui le forze dell'ordine non possano entrare per far rispettare le stesse leggi che gli abitanti del resto della città sono obbligati a rispettare. 

Non riesco a credere che in questa città prevalgano la sfiducia, la diffidenza e l'arroganza. 

Questa città sta stretta un po a tutti, ci fa cagare, tutti ne sono stanchi, schifati e disgustati per tutto quello che comporta viverci, lavoraci e tirarci su famiglia...poi però appena spunta il sole in un giorno di febbraio diventa d'incanto la città più bella del mondo...
quella in cui “noi c'abbiamo il sole, noi c'abbiamo il mare”... 

Non riesco più neanche ad andare allo stadio in questa città... ho smesso quando ho capito che rischiavo di litigare con qualcuno. Mi è capitato più volte che, ancor prima di toccare palla i giocatori del Palermo i miei vicini di posto cominciassero ad inveirgli contro, tacciandolo di essere na "atta", o na cosa inutile... non riuscivo a trattenermi...mi faceva troppo incazzare...io andavo per tifare, non per intimorire o insultare... 

Non è possibile che in questa città ci siano famiglie che, pur vivendo al primo piano, rischino di trovarsi la spazzatura dentro casa perché per strada si creano montagne di rifiuti. 

Non posso accettare che “si stava meglio quando si stava peggio”, e che qualcuno, magari col capo chino per l'imbarazzo, magari solo sussurrandolo mi dica che era meglio quando in giro c'erano Totò Termini e U 'zzu vasa vasa... 

Non lo accetto. Tutto questo e tutto il resto proprio non lo accetto. 
Non lo accetto soprattutto dalla mia generazione che dovrebbe essere quella del riscatto, quella della del cambiamento, quella che si è stufata di sopportare ed aspettare. 

Sono stanco di questa Italia storta in cui chi si propone come salvatore si pone come un dio che io mi rifiuto di adorare... 
Chiudo con un video, che racconta molto meglio di come abbia saputo fare io l'essenza di tutto questo... lo si dovrebbe vedere ogni giorno, appena svegli e prima di andare a dormire....
 
 
 
 
Commenti (0)
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati (0)

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus