seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » Rubriche » MOLEStINE » L'ordinanza del signor Sindaco? Bocciata! ...
OkNotizie
 1 commenti  |  
A+ A-
 

L'ordinanza del signor Sindaco? Bocciata!

di Gigi Giordano

 
Ci sono voluti novantasei giorni, di acqua sotto i ponti ne è passata e di danni ne sono stati fatti. 

I turisti si sono annoiati, i palermitani si sono “abituati” come da costume, i giudici si sono riposati rispetto al primo appuntamento che avevano dato (26 luglio) ma oggi si sono pronunciati… 

L’ordinanza del Signor Sindaco, 
quella che vietava ai locali di diffondere la musica – se non con parametri assurdi e poco applicabili – quella che doveva tutelare i residenti ed il loro riposo, che nelle zone nevralgiche hanno continuato a non poter riposare.. 
Quella che doveva sconfiggere gli schiamazzi, le pisciate per strada e le bottiglie di vetro abbandonate e le discoteche a cielo aperto mentre le discoteche a cielo aperto producevano business non dichiarato e proliferavano… 
…e con loro, proliferavano la violenza per le strade, le aggressioni, gli scippi, la desolazione…. 

Quella che doveva essere il contentino agli amici dei salotti buoni del signor Sindaco che lo tartassavano…a scapito di quelli che i moralisti mal pensanti definiscono “movidari”… imprenditori del divertimento che si arricchiscono vendendo alcolici di pessimo livello a clienti lobotomizzati, deficienti e sprovveduti…e che non è riuscita comunque a far riposare gli amici dei salotti buoni del Sig. Sindaco perché non attuata in maniera equa su tutto il territorio… 

Quella che ha tanto fatto gridare alla vittoria i civilizzatori pazzi…i criticatori dello sconosciuto…i detrattori dell’equo…quelli che campano facendo gli eroi da dietro una tastiera e magari sono gli stessi che gettano i sacchi della spazzatura dal balcone notte tempo per intenderci… La stessa ordinanza che ha distinti i pub dalle discoteche solo a livello burocratico, senza entrare nel merito e senza uno studio di settore che ne evidenziasse le criticità… 
Ecco…quell’ordinanza, oggi, sei settembre 2013, a novantasei giorni dalla sua emanazione con procedura d’urgenza… pensata, proposta ed attuata per mano e volontà del nostro primo cittadino… E' stata BOCCIATA, e quindi ritirata dal Tribunale Amministrativo Regionale.

Interrogatevi… 

Chiedetevi se è normale che ci sia qualcuno che emani leggi in maniera sconclusionata, inopportuna, faziosa, ma soprattutto strutturate in maniera sbagliata dal mero punto di vista tecnico, sbagliata nella stesura, sbagliata nelle appendici, sbagliata nei riferimenti, nelle cause scatenanti e nei risultati raggiunti…che amministri la cosa pubblica a suo piacere….e, cosa palese, non sforzandosi di garantire e tutelare gli interessi di tutti i cittadini del comune che rappresenta ma solo di una parte privilegiata.

Interrogatevi… 
Però, questa volta, appena finite di schifiarvi, non vi “abituate”…..
 
Commenti (1)
scritto da Giovanni il 10-09-2013 06:47:00
 
Caro Gigi, abbiamo solo due possibilità: 1 prendere in mano il nostro destino e scendere in campo in prima persona (la Sicilia che lavora, o almeno ci prova, e produce); 2 fare la rivoluzione e contrastare la "mafia" in doppio petto (per un siciliano scrivere "mafia" procura sempre un certo dolore). Cambia il modus operandi, ma ho come la sensazione che siamo ancora fermi ai tempi clientelari del XIX sec. (Taschi, baffi, gilet, lupara e marranzanu). Tutta la nostra solidarietà... per quel che può valere.
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati (0)

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus