seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » Rubriche » MOLEStINE » Silvio, Piero Luigi e Mario... Caro amico ti scrivo (così mi sfogo un ...
OkNotizie
 0 commenti  |  
A+ A-
 

Silvio, Piero Luigi e Mario... Caro amico ti scrivo (così mi sfogo un po')

di Gigi Giordano

 
Il ministero degli interni Italiano ha chiesto ed ottenuto l'accesso ai profili dei social network, quindi, nel pieno delle mie capacità fisiche e mentali, dichiaro quanto segue: 

Qualsiasi persona o ente o agente o agenzia di qualsiasi genere, struttura governativa o privata HA IL MIO PERMESSO, anzi, lo chiedo apertamente, per cortesia, utilizzate le informazioni che reperite sul mio profilo, qualsiasi contenuto appaia in esso, compreso ma non limitata alle foto, o commenti sulle mie foto, o argomento pubblicato sul mio profilo o diario che sia, E RIPORTATELE LETTERA PER LETTERA AI DIRETTI INTERESSATI, pregandoli di contro, di contattarmi per effettuare chiacchierata "Vis a Vis" sull'argomento in questione. 

Prego recapitare ai diretti interessati i seguenti messaggi: 

Al Sig. Cav. Silvio Berlusconi

Gentile Cavaliere, lei ha dimostrato nel tempo di essere un buon imprenditore; certo, forse con qualche aiutino qui e lì, forse grazie anche agli stallieri o ai faccendieri che utilizzavano metodi non molto diffusi nella Milano da Bere degli anni 70 e 80 ma, a quanto pare, molto efficaci. Lei ha dimostrato di avere buon gusto in fatto di donne, ed anche un certo fegato per gli alimenti che si è trovato costretto a pagare per un vile errore anagrafico, ma la prego, la prego...a nome del Popolo Italiano...levi mano dalla politica!.. L'ha visto..l'abbiamo visto tutti, non fa per Lei...non è cosa sua...si goda la sua quinta giovinezza in qualche atollo caraibico sul quale ha già pagato l'imu con la sua fidanzatina nuova, si abbronzi come un verme nudo al sole e beva centinaia e centinaia di drink al giorno...così almeno avrà una scusa quantomeno utilizzabile per giustificare le cazzate che dice ogni volta che va in TV. Se vuole portarmi con Lei per passeggiare il cane o fare la spesa, non esiti a contattarmi, per 100.000 euro al giorno sono a sua completa disposizione anche con un Co. Co. Co. 

Al Sig. Dr. Prof. Pier Luigi Bersani: 

Gentile Segretario, le giuro, nulla di personale...ma non ho mai votato per il PD, e di certo anche questa volta me ne guarderò bene, ma sappia che sarà solo colpa sua. Ci stavate riuscendo, mi avevate convinto, non per Lei, sia chiaro, per Renzi..Renzi mi piaceva, e tanto, mi ero convinto fosse la volta buona; mi ero convinto potesse davvero raccogliere tutti i giovani italiani che avevano voglia di sentirsi ascoltati, capiti, rappresentati...ed invece...tacchetè... fate ste gare a chi è più potente all'interno del partito..e rompete il giocattolo. 
Ma non ci sono rimasto neanche male sa...cioè..oddio, ci speravo davvero in Renzi, ma si sa...è da anni che vi vedo litigare tra di voi, è da anni che non vedo gente che fa squadra dentro la sua segreteria politica...quasi sembrava un copione già scritto. Fate sempre di tutto per non vincere le elezioni. E poi sta storia del Monte dei Paschi, che per vostra sfortuna si chiama quasi come la Serit...insomma...non promette nulla di buono da queste parti... Va bene che non stiamo qui a pettinare le bambole...ma neanche vogliamo giocare ad incularello ancora a lungo... In nome del Cielo Professore Dr. Pier Luigi, capisco che per lei che è nato in un posto che si chiama Bettola, l'Italia sotto la sua guida potrebbe apparire quasi accogliente, ma la prego, prenda falce e martello e vada a fare un po di giardinaggio in una comunità per anziani in provincia di Piacenza. 

Al Sig. Dr. Senatore a Vita, Professor Mario Monti: 

Professore, mi spiace essere arrivato a tanto per poter parlare con lei, ma io ci ho provato, l'ho chiamata anche in segreteria ma non ho mai avuto il piacere di parlare con qualcuno...anzi, mi dica, ha ricevuto i miei messaggi?? Comunque, avevo preso con un certo ottimismo il suo arrivo, pensavo potesse realmente sistemare qualcosa, e a dire il vero...ci ho creduto per un po', ho creduto fosse uno sforzo che tutti avremmo dovuto sopportare per tirare su la carretta e tornare ad una condizione accettabile.. poi è successo qualcosa..
poi ho visto che anche lei, probabilmente perché praticava lo zoppo, cominciava a zoppicare... 
Oppure no..oppure non è stato un caso che proprio lei sia finito per fare il presidente del consiglio... comunque...sta di fatto sta cosa che zoppicava è diventata sempre più evidente...e dalle lacrime della Fornero siamo passati alle lacrime degli Italiani... 

Suppongo non fosse suo interesse quello di ampliare ulteriormente la forbice che divideva le classi sociali del nostro paese...ciò nonostante, questo è successo. 

E' successo che i ricchi, che a quanto pare erano quasi tutti amici suoi, sono diventati sempre più ricchi... 
Le persone comuni, quelle con una famiglia, due lavori, una casa, un mutuo e dei figli hanno scoperto di essere povere. 

Povere perché se in tredici mesi, sotto la sua gestione la pressione fiscale arriva al 45%, si registra un +60% di richieste di cassa integrazione nel settore industriale, le tasse raddoppiano, il reddito pro capite è tornato ai livelli del 1985 (ma la lira era la lira...), il Pil è calato, come del resto il valore delle abitazioni sulle quali si pagano imposte record, è aumentato esponenzialmente il debito pubblico generando interessi su interessi da pagare alle banche, che, si dice in giro, siano di amici suoi; sono diminuiti i consumi privati, si è persa la fiducia dei consumatori, è diventato impossibile accedere al credito, di qualunque genere esso sia, si è ridotto sin anche il gettito Iva, non soltanto per la questione evasori, perché, chi le denuncia le tasse Signor Professore, non è un evasore...è solo che non riesce a pagarle...ma anche perché le aziende chiudono...chiudono non generano profitti o non movimentano danaro e non generano Iva da versare allo stato. 

Le maggiori entrate dello stato derivano quindi dall'Imu e lei che fa??...invece di immettere questo denaro in circolo per servizi, per finanziare l'istruzione che è stata vittima di tagli vergognosi, invece di sostenere l'assistenza medica, corre in aiuto del Monte dei Paschi di Siena (di cui sopra...) per le magagne combinate dagli amichetti suoi??? Ma professore...mi dica la verità...lei, per strada, c'è stato? 
Ha avuto modo di guardare negli occhi la gente comune? 
Ha avuto modo di parlare con le persone e cercare di capire quale sia lo stato d'animo attuale? Lo faccia professore, vedrà che hanno tutti gli occhi tristi, vedrà che in giro la gente sta con capo chino e va per la sua strada. Non c'è un sorriso, un progetto, uno slancio che possa dare fiducia. 

La gente è stanca professore. 
E probabilmente ce l'ha ancor di più con lei perché voleva che intervenisse prima di tutto su quelli che sono genericamente definiti sprechi... 
Vero che a volte diventano furti, come nel caso dei tesorieri di partito o delle segreterie politiche, ma comunque non sono spese di primaria importanza. E poi il colpo di scena...lei che di politica non ne aveva mia fatta ci prende gusto e si candida al fianco di Casini e Fini...beh...va bene che è entrato in un mondo senza pudore, senza ritegno e senza vergogna...ma forse da lei ci aspettavamo almeno un po di coerenza... 
La gente si è sentita tradita da lei che doveva venire a fare gli interessi dello Stato, il bene dello stato e dei cittadini che appartengono a questo stato, non si aspettavano affatto di assistere ad un martirio... 

Si può mai morire di tasse al giorno d'oggi? 
Si può morire di fame o di lavoro?? 
Eppure ci sono stati morti ammazzati di tasse...o peggio...ancora più vergognoso...morti ammazzati da cartelle esattoriali. Ha visto le Iene domenica sera professore? 
Ha visto gli occhi dei familiari delle vittime della crisi economica? Chissà quanti altri parenti ci sono in giro che non hanno intervistato...che non hanno censito tra le vittime della crisi economica del 2011/2013.... 
Mi dica professore..ognuna di quelle vittime, quanti punti di spread vale per lei? 

Sto cazzo di spread che da quando si è dimesso lei pare sparito...non se ne parla più...sembra essere un problema risolto...o forse era davvero solo un incubo creato al bisogno? 

Mi dica Professore, per l'amor di Dio, ne valeva davvero la pena?
 
Commenti (0)
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati (0)

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus