seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » Rubriche » Voci dalla capitale » Palermo si sente meno sola, anche a Roma è emergenza rifiuti ...
OkNotizie
 0 commenti  |  
A+ A-
 

Palermo si sente meno sola, anche a Roma è emergenza rifiuti

La discarica di Malagrotta non è più in grado di sostenere i rifiuti prodotti dalla capitale, ma la ricerca di un nuovo sito di stoccaggio dell'immondizia crea polemiche vibranti

di Fabio Belli
Voci dalla capitale | L'emergenza rifiuti a Roma è scoppiata da tempo, precisamente da quando ci si è resi conto che la discarica di Malagrotta non era più in grado di sostenere i rifiuti prodotti dalla Capitale. 

La ricerca di un nuovo sito di stoccaggio dell'immondizia nell'ultimo anno ha toccato però picchi drammatici, visto che nessuno degli abitanti delle zone ritenute idonee ha ritenuto accettabile l'ospitare una discarica nella zona di propria competenza. 
La scelta del commissario straordinario per l'emergenza rifiuti di realizzare la nuova discarica nella zona di Monti dell'Ortaccio, e nel contempo di prolungare l'attività del sito di Malagrotta, che pure sembrava ormai arrivato allo stremo, ha fatto levare in maniera vibrante la protesta su tutti i fronti. 
A partire da quello dei cittadini della zona della Valle Galeria, vicini a Malagrotta, che dopo anni passati a manifestare per i disagi dovuti alla vecchia discarica, si sono ritrovati improvvisamente a combattere contro un nuovo "mostro" che rischia di infliggere ulteriori, pesanti ferite al territorio. Ma anche dal fronte istituzionale l'insoddisfazione per le recenti decisioni del commissario sembra generale: a partire da quella del sindaco Gianni Alemanno, che ha definito come "precipitosa" la scelta di Monti dell'Ortaccio per la nuova discarica, visto che non sono state a suo avviso analizzate con la dovuta attenzione le alternative possibili per la creazione della nuova discarica anche nel territorio della Provincia, ma fuori dal Comune di Roma. Inoltre, Alemanno giudica ormai non più prolungabile l'attività di Malagrotta, ritenendo la proroga per il vecchio sito l'ennesima soluzione-ponte tesa solo a procrastinare il problema, senza che ci sia la volontà di trovare finalmente una soluzione definitiva ad un problema come quello dei rifiuti che tocca indiscriminatamente tutti i cittadini capitolini. 

Perplessità condivise anche dal presidente uscente della Regione Lazio Renata Polverini, che ha parlato di situazione malgestita, e di una decisione che non tiene conto del fatto che l'area prescelta per la nuova discarica abbia già subito un forte dissesto ambientale. 
La protesta degli abitanti di Monti dell'Ortaccio non ha tardato comunque a scattare e si è concentrata già in diverse manifestazioni, sostenute anche dal presidente del Municipio XVI Massimiliano Ortu, esponente di Sinistra, Ecologia e Libertà, che ha parlato esplicitamente di "attentato" alla salute pubblica dei cittadini della Valle Galeria.
 
Commenti (0)
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati (0)

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus