seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » salute » "Sexting":un indicatore sicuro, di comportamenti sessuali a rischio ...
OkNotizie
 0 commenti  |  
A+ A-
 

"Sexting":un indicatore sicuro, di comportamenti sessuali a rischio

Inviare foto o messaggi "hot" tra gli adolescenti è una pratica sempre più diffusa

di Eva De Luca
salute | Per "sexting" si intende la pratica di inviare foto o messaggi esplicitamente sessuali per via elettronica ed è un fenomeno sempre più frequente tra gli adolescenti. 
L'Universita' del Texas Medical Branch, in uno studio condotto in 7 scuole superiori pubbliche, riferisce che, un adolescente su 4, invia foto di se' stesso nudo e che, circa il 50% ha avuto richiesta di inviare foto di nudo. Il sexting e' un comportamento abbastanza diffuso tra i teenager, ed e ' un indicatore abbastanza attendibile di nuovi comportamenti sessuali. 

Mancanza di conoscenze - Lo studio nasce a causa delle carenze di conoscenza in materia di comportamenti sessuali nei giovani d’oggi. Pediatri, genitori, insegnanti, responsabili politici, sono stati ostacolati dall'insufficienza delle informazioni circa l'argomento e l'origine del sexting. I risultati dello studio che coinvolge 948 studenti delle scuole superiori, la maggior parte dei quali (il 55.9%) sono femmine, di varie etnie, dai 14 ai 19 anni e che raccontano autonomamente, le loro storie di appuntamenti, comportamenti sessuali e sexting. E' più probabile che siano i ragazzi a far richiesta di "sext" nei confronti delle ragazze. Interessante sapere che, qualcuno resta poco "turbato" da queste richieste, altri invece sono parecchio "disturbati". 

Parliamo di sesso - Per gli adolescenti che praticano il "sext", è più alta la probabilità di aver incontri sessuali rispetto a chi non ne pratica. I medici suggeriscono ai genitori di parlare ed informare i giovani delle conseguenze legali e sociali del “sext”, approfittando di questa opportunità per aprire un dialogo con i propri figli sulle dinamiche del sesso e dei rischi che questa epoca può determinare. 

Nuove Opportunità - Dalle Università di Washington, Seattle, e del Wisconsin-Madison, emerge il ruolo in cui i pediatri collocano i social media. I medici hanno nuove opportunità di fare domande ai loro pazienti circa i social media, incluso chiedere come trascorrono il tempo in questo ambito. Questo dialogo può fornire nuove strade per individuare pericoli presenti o futuri che mettano a rischio la salute dei più giovani. Non si può che essere d'accordo su questo punto con tutto il cuore.
 
Commenti (0)
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati (0)

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus