seguici su
 facebook
 twitter
     Feed rss
Meteo
Contatti      Pubblicità      Redazione
Sei in: BuonGiornoSicilia » salute » Dacci oggi il nostro pane quotidiano ...
OkNotizie
 0 commenti  |  
A+ A-
 

Dacci oggi il nostro pane quotidiano

Pane e pasta: guai a toccarceli…Fanno parte dei nostri “fondamentali”

di Eva De Luca
salute | Entra nella preparazione di quasi tutti i piatti della tradizione italiana e siciliana, pasta pane e dolci: la farina bianca raffinata
Questa farina oggigiorno non ha più niente di naturale, è stata privata di ben due parti del chicco di grano: la crusca e l’embrione, così tutta la vitamina E viene perduta. La metà degli acidi grassi si perdono nel processo di fresatura, di conseguenza la farina del pane bianco che si acquista contiene solo proteine di scarsa qualità e amido modificato. Mettiamoci il carico da 11: circa il 50% del calcio, il 70% del fosforo, l’80% del ferro, il 98% del magnesio, il 75% del manganese, il 50% di potassio e il 65% del rame vengono perduti, così come aminoacidi fondamentali tipo tiamina, riboflavina, niacina, acido pantotenico e piridossina. Il grano, così snaturato, entrando nell’alimentazione quotidiana provoca malnutrizione, costipazione , malesseri e nuove malattie croniche come la celiachia e l’intolleranza al glutine che in Italia crescono in percentuale del 10% all’anno. Vediamo sorgere sempre più spesso panifici e pasticcerie e menù dedicati al consumatore celiaco, molto esigente per motivi di salute. 

Il pane comune fino a poco tempo fa esisteva solo integrale, solo dopo la seconda Guerra Mondiale è diventato bianco, come segno di benessere economico e di progresso. Addirittura da un ventennio a questa parte le farine vengono “arricchite” da vitamine e minerali inorganici per fabbricare pasta o altri prodotti alimentari, destinati in particolare al mercato statunitense pensando di compensare le sostanze perse con i processi chimici di sbiancamento. 

Cosa succede nel nostro organismo? - Ciò che noi possiamo subito avvertire su di noi avviene a livello metabolico. Gli zuccheri semplici e i carboidrati raffinati vengono assimilati ed entrano nel circolo sanguigno causando un rapido aumento di glicemia , cioè zucchero nel sangue. 
I prodotti raffinati ingeriti provocano una produzione di insulina maggiore del solito ,l’insulina agisce favorendo il deposito di grasso con un rapido aumento di peso e di trigliceridi e quindi malattie cardiache. Dopo un po’ di tempo il pancreas non riesce più a sopportare questo carico di lavoro e compare il diabete, vera pandemia del nostro tempo. La quantità di zucchero nel sangue eccessiva causa una forte acidità, terreno fertile per batteri dannosi e conseguente indebolimento del sistema immunitario e una sensazione di sonnolenza , debolezza, con forte desiderio di ingerire altri zuccheri. Si altera il metabolismo e si aumenta di peso perché chi ingerisce calorie dallo zucchero, rispetto a chi le ingerisce in uguale quantità da cereali , frutta o verdura, prende più peso. 

Domandiamoci: perché il pane bianco è così bianco? La farina da cui proviene non lo è. Preparatevi alla risposta: è sbiancata chimicamente, la magia avviene nei mulini industriali. Quando mangi il pane bianco mangi anche i residui degli sbiancanti chimici. 
Non facciamoci illusioni comprando alimenti cosiddetti ” integrali”, oltre a componenti davvero integrali possono contenere altri ingredienti non salutari. Ad esempio un pane integrale morbido già confezionato deve insospettirvi. 
L’unico consiglio è quello di leggere bene le etichette sulle confezioni dei cibi e scegliere senza indugio cereali integrali in chicchi.
 
Commenti (0)
Scrivi un Commento
 
 
voglio ricevere una notifica via e-mail sui nuovi
commenti
 
Articoli Correlati ()

Le Nostre Rubriche

 
 
Save the Children Italia Onlus
 
 
 
 
 
 
Save the Children Italia Onlus